Ad Avellino il primo corso per delegati CGIL

Ad Avellino il primo corso per delegati CGIL
La Cgil Nazionale punta sulla formazione sindacale e scommette sull’Irpinia, avviando da Avellino, il primo corso a livello nazionale per la formazione dei delegati. L’appuntamento con l’assemblea di delegate e delegati sindacali è fissato per venerdì, 22 maggio 2009, alle ore 9,30, presso la biblio…

Ad Avellino il primo corso per delegati CGIL

La Cgil Nazionale punta sulla formazione sindacale e scommette sull’Irpinia, avviando da Avellino, il primo corso a livello nazionale per la formazione dei delegati. L’appuntamento con l’assemblea di delegate e delegati sindacali è fissato per venerdì, 22 maggio 2009, alle ore 9,30, presso la biblioteca provinciale di Avellino, in Corso Europa. Per l’Irpinia, la Cgil ha previsto l’organizzazione di 10 corsi di formazione che andranno a formare 200 delegati sui temi della Costituzione e lo stretto legame con i principi del Lavoro, in essa contenuti. L’iniziativa di Avellino rappresenta una, anche se la prima a livello nazionale, delle tante messe in campo dalla CGIL Campania e che mira a fornire adeguata formazione ad oltre duemila delegati. Venerdì 22 maggio, dunque sarà presentata l’iniziativa che prenderà il via il prossimo 28 maggio 2009, con l’inizio del primo corso ad Avellino, che interesserà per due giorni i lavoratori della Fiom. Venerdì 22 maggio l’inaugurazione delle attività, nel corso dell’assemblea alla Biblioteca provinciale, sarà presieduta dal Segretario regionale della Cgil, Michele Gravano. Interverranno: Vincenzo Petruzziello – segretario CGIL Avellino; Amedeo Marzaioli – Resp. Ufficio formazione CGIL Campania; Saul Meghnaghi – Presidente nazionale ISF; Enrico Panini – Segreteria nazionale CGIL. “La scelta della CGIL nazionale – afferma il segretario provinciale Vincenzo Petruzziello – di avviare da Avellino l’iniziativa per la formazione ci conferma che il nostro lavoro e la volontà di puntare sulla formazione dei nostri delegati è una strategia sindacale corretta e giusta. Un sindacato moderno – spiega Petruzziello – deve raccogliere le sfide e le responsabilità che il mondo del lavoro rappresenta quotidianamente, con delegate e delegati che sappiano rispondere in maniera compiuta ed efficace alle esigenze dei lavoratori, conoscendo anche i principi legislativi cui fa riferimento la battaglia sindacale”.

Notizie correlate