Aias: pazienti e lavoratori chiamano a raccolta cittadini e istituzioni

Non si ferma la battaglia sul caso Aias. In attesa della risoluzione prospettata in Prefettura lo scorso due marzo, pazienti, terapisti e personale amministrativo provano a fare quadrato. Secondo quanto emerso a palazzo di governo, le prestazioni relative ai 298 utenti in carico (con annessi terapisti al seguito, in tutto una settantina di persone) dovrebbero essere spalmate su più centri che manifesteranno in questi giorni l’intenzione di gestire le pratiche. Domani alle 16 al Centro sociale di Avellino si terrà un incontro: una sorta di chiamata a raccolta “per analizzare – si legge in un nota – le diverse soluzioni adottate dalle autorità”.