Al via il quarto anno di “Scuole Aperte”

Al via il quarto anno di “Scuole Aperte”
“Scuole Aperte”, l’iniziativa promossa dall’Assessorato alla Istruzione, Formazione e lavoro della Regione Campania che tiene aperti gli istituti anche di pomeriggio come presidio di legalità, per combattere la dispersione scolastica e promuovere la cultura dell’inclusione e la cittadinanza attiva, …

Al via il quarto anno di “Scuole Aperte”

“Scuole Aperte”, l’iniziativa promossa dall’Assessorato alla Istruzione, Formazione e lavoro della Regione Campania che tiene aperti gli istituti anche di pomeriggio come presidio di legalità, per combattere la dispersione scolastica e promuovere la cultura dell’inclusione e la cittadinanza attiva, inaugura il suo quarto anno di attività. La pubblicazione del nuovo bando sancisce l’avvio della procedura per l’invio dei progetti da parte delle scuole della Campania. Novità assoluta di questa edizione la biennalizzazione della programmazione e quindi dei finanziamenti. Con 25 milioni di euro (Fondo Sociale Europeo) si finanzieranno le attività dell’anno scolastico 2009/2010 e 2010/2011, al fine di garantire continuità e stabilità ad una iniziativa che ha riscosso nel corso degli anni consensi sempre maggiori. Nell’anno scolastico che si è appena concluso più di 200 mila persone tra studenti, genitori, volontari, laici e cattolici, stranieri, hanno preso parte alle numerose attività organizzate dalle scuole. Ciascuna scuola della Campania: secondarie, di primo e secondo grado e Istituti comprensivi, potranno partecipare autonomamente alla selezione per l’assegnazione dei 30 mila euro previsti per finanziare le attività di ciascun anno scolastico. Ma potranno partecipare anche ad una ulteriore progettazione dedicata esclusivamente alla ‘rete’. Le azioni congiunte che le diverse realtà scolastiche, in sinergia con altri Istituti o altri partners come associazioni di volontariato, Enti, sapranno mettere in campo, verranno sostenute con un finanziamento aggiuntivo di 20 mila euro. Previsto un bando ad hoc per le scuole primarie per le quali saranno stanziati fondi nazionali. Le scuole primarie, alle quali è stato dedicato l’avviso ‘Scuole Aperte-Scuole Primarie” potranno beneficiare di 25 mila euro, per ciascuna scuola, ed entrare comunque a far parte della rete territoriale proposta da altri Istituti. Ancora una volta, e questa volta per due anni consecutivi, al di fuori dell’orario si ritornerà a scuola per i moduli e i laboratori di Scuole Aperte. Si trascorreranno in aula e fuori dell’aula ore straordinarie dove apprendere e crescere insieme grazie ad una formazione aggiuntiva fatta di nuovi saperi e conoscenze mirate ad accrescere l’identità solidale e il senso di appartenenza comune. Il ‘tutto’ al servizio di ‘tutto’ il territorio, di ‘tutti’ i cittadini. Scuole Aperte è un modo di fare scuola senza confini e separazioni per una formazione continua che coinvolge persone di cultura, età, saperi e appartenenze differenti. La scuola è il punto di partenza per la propagazione di un’aggregazione che coinvolga l’intero territorio.

Notizie correlate