Allarme medici di famiglia: in Irpinia ne perderemo 100 nei prossimi cinque anni

Da qui ai prossimi cinque anni perderemo in provincia di Avellino cento dei 300 medici di famiglia tuttora attivi. Andranno in pensione e difficilmente saranno rimpiazzati non per una questione di spending review, ma semplicemente perché non ce ne sono. A lanciare l’allarme è la Fimmg, la federazione italiana medici di medicina generale. L’associazione di categoria spinge affinché quella dei medici di base diventi una vera e propria specializzazione post laurea: attualmente figura come un corso di formazione. Per tamponare, il governo punta ad aumentare il numero di assistiti per professionista: adesso sono 1500, potrebbero salire a 2mila. “Assurdo – sbotta anche il presidente dell’ordine dei medici di Avellino, Francesco Sellitto – impossibile con queste cifre assicurare degna assistenza”.

Notizie correlate