Alto Calore, niente stipendio: è scontro

Senza stipendio: sos dei lavoratori dell’Alto Calore al Prefetto e al Procuratore della Repubblica di Avellino. Nella missiva, inviata anche all’amministratore Raffaello De Stefano, le Rsu Uiltec Guerriero e Minerva e Ugl Puzo chiedono garanzie sul pagamento degli stipendi.
Nella nota si chiede chiarezza anche sul futuro della società di Corso Europa, “caduta in un immobilismo totale che la rende incapace anche di svolgere le ordinarie attività”. Così come si sollecita un riscontro sulle attività di recupero credito affidate ad una società esterna e sulle strategie, annunciate ma non ancora rese operative, per evitare un’altra situazione di crisi idrica nella prossima estate. I rappresentanti sindacali, infine, chiedono infine le dimissioni di De Stefano “in quanto appare evidente che, dopo cinque di mandato, non è riuscito ad individuare alcuna strategia aziendale per risollevare le sorti dell’Alto Calore Servizi”.