Appello di un operaio: “La Regione ci aiuti”

Appello di un operaio: “La Regione ci aiuti”
Un lavoratore dell’Elital in cassa integrazione straordinaria, si rivolge alla Regione e lo fa attraverso una lettera in cui sostiene che: “Basterebbe che per un mese tutta la giunta regionale, con Bassolino in primis, rinunciasse alle proprie competenze ed il ricavato utilizzato per il sostegno di …

Appello di un operaio: “La Regione ci aiuti”

Un lavoratore dell’Elital in cassa integrazione straordinaria, si rivolge alla Regione e lo fa attraverso una lettera in cui sostiene che: “Basterebbe che per un mese tutta la giunta regionale, con Bassolino in primis, rinunciasse alle proprie competenze ed il ricavato utilizzato per il sostegno di noi lavoratori in cassa integrazione. In questo modo staremmo tutti bene per un anno. Dopo tanti proclami per le misure adottate a sostegno dei lavoratori in cassa integrazione, con un assegno di 360 euro per i primi due mesi e di 250 per le restanti mensilità mediante dei corsi di formazione, ecco che viene fuori l’inganno. Infatti la regione – scrive il lavoratore – non ha i fondi necessari ed allora passa la palla al governo Berlusconi. Gli unici soldi fino ad oggi li ho ricevuti dal governo sotto forma di bonus fiscale, ossia una somma commisurata al reddito familiare. Finiamola di ingannare i lavoratori specialmente quando sono in estrema difficoltà. E’ il momento – conclude – di aiutare chi è realmente in difficoltà economiche”.

Notizie correlate