Avellino, annunciata una nuova rivoluzione al traffico

Stamane a Palazzo di Città, il sindaco Giuseppe Galasso e l’Assessore al Traffico e alla Mobilità Livio Petitto, hanno presentato il nuovo programma di riqualificazione degli spazi pubblici e della viabilità di accesso al centro urbano che prevede l’installazione di due rotatorie nei pressi della nuova autostazione. Lavori finalizzati a snellire il traffico, ma soprattutto a far uscire i pullman dall’autostazione in direzione Valle. Si punta principalmente sulla realizzazione di rotatorie, che come precisa Galasso “consentono di far defluire meglio il traffico rispetto ai semafori. Inoltre, i lavori in progetto, sono collegati alla realizzazione della metropolitana leggere che è prossima ad essere ultimata”. Il primo cittadino di Avellino ha anche annunciato una fase di studio che partirà a breve in collaborazione con l’Università di Fisciano. Dal 1° febbraio infatti inizieranno i rilievi per realizzare un piano di mobilità utile ad ottimizzare i tempi di percorrenza della città e ridurre l’inquinamento.
Ad illustrare i lavori che a breve prenderanno il via è stato l’Assessore Petitto: “Saranno realizzate nuove strade per consentire ai pullman di partire dall’autostazione e raggiungere facilmente la zona ovest della città. Una strada sarà parallela a quella di via Colombo e partirà da via Moccia fino alle spalle della Questura, dove sarà realizzata una rotatoria. Un’altra passerà tra la Questura e l’hotel De La Ville, anche al termine di questa ci sarà una rotatoria ma questa volta con una fontana al centro. Le due strade verranno collegate da un’altra che passerà alle spalle del palazzo della Polizia.
Due attesissime novità sono la presenza di piste ciclabili lungo le nuove strade e nuovi parcheggi. Nella mattinata di domani (venerdì 13 gennaio 2012) saranno consegnati i lavori alla ditta Castellese di Castelfranci (Av). L’importo per la realizzazione di queste opere è di circa 3,5 milioni di euro.
“Grazie alla realizzazione delle rotatorie abbiamo ridotto il numero degli incidenti del 70%. In più ci consentono un risparmio economico eliminando i costi di gestione dei semafori” ha sottolineato Petitto.
E sull’apertura dell’autostazione, l’assessore ha tenuto a precisare che “ci sono altri problemi urbanistici da risolvere non imputabili al Comune. Noi creiamo le occasioni per migliorare la mobilità nei pressi della struttura ma l’apertura non spetta a noi”.

Notizie correlate