Bisaccia, terzo giorno di sciopero della fame

Bisaccia, terzo giorno di sciopero della fame

Terzo giorno di sciopero della fame a Bisaccia. In campo amministratori e semplici cittadini che da martedì scorso, subito dopo la grande manifestazione di piazza, hanno dato vita alla forma di protesta estrema contro il piano ospedaliero regionale che prevede il declassamento del Di Guglielmo. Sono tutti costantemente monitorati dai sanitari del presidio ospedaliero dell’Alta Irpinia. L’obiettivo è arrivare ad avere un incontro con il governatore Caldoro e discutere della proposta avanzata dal consiglio provinciale di Avellino nella seduta di domenica scorsa e che ha avuto l’approvazione unanime dell’assise: dare a Bisaccia la stessa deroga che vale per le isole come Capri e Ischia, vale a dire considerare quello dell’Alta Irpinia un territorio disagiato geograficamente e dunque da escludere dai tagli.

Notizie correlate