Comunità Montana Ufita: la protesta di un gruppo dei lavoratori

Di seguito vi proponiamo una nota a firma di un gruppo di lavoratori della Comunità Montana Ufita indirizzata al presidente della Provincia Cosimo Sibilia e al Prefetto di Avellino Ennio Blasco: “Continua il calvario di noi operai idraulici forestali presso la Comunità Montana Ufita.
Infatti dopo il danno subito per aver trascorso un Natale senza un centesimo, pur avendo lavorato per 4 mesi, perchè sia la regione che la Provincia ancora non avevano trasferito i fondi, oggi la beffa: il Centro per l’impiego di Ariano Irpino, diretto tecnicamente dal dott. Giancarlo Pirrello e politicamente e scientificamente dall’assessore provinciale Giuseppe Solimine, non ci riconosce la qualifica di “idraulico forestale” non riconoscendo difatti la loro stessa nota datata 4 ottobre 2010 che recita testualmente: “La qualifica professionale può essere riconosciuta solo dimostrando un rapporto di lavoro subordinato certificato da busta paga”, che ad aggi noi possiamo dimostrare. Domanda, vuoi vedere che è subentrata la Direzione politica? Perchè nonostante i requisiti non ci viene riconosciuta? Tutte le selezioni fatte dal Centro per l’impiego con qualifiche strane, avevano tutti i requisiti per l’assegnazione della qualifica? Ma a queste risposte potrebbe verificare la Procura della Repubblica.
Con questo comunicato ci rivolgiamo al presidente della Provincia al che faccia lui una verifica sull’operato dei suoi collaboratori, sapendo che è più facile credere che Ruby sia la nipote di Mubarak che far credere che noi abbiamo svolto lavori come idraulici forestali, nonostante i requisiti posseduti. Inoltre un appello al Prefetto di Avellino al che si adoperi e faccia sì che i cittadini vedano le istituzioni come enti al loro fianco e non contro come sta accadendo a noi in questo momento”.

Notizie correlate