Cultura enogastronomica e promozione della legalità: don Aniello Manganiello ospite del “Rossi-Doria”

Cultura enogastronomica e promozione della legalità: su questi temi l’IPSSEOA ‘Rossi-Doria’  ha organizzato  per domani pomeriggio una originale lezione fuori-classe negli ambienti del Carcere Borbonico di Avellino.

L’evento è frutto di un duplice ed innovativo percorso didattico, che ha coinvolto alunni e docenti delle classi IV^ E Enogastronomia e IV^ A-G Servizi di Sala e Vendita.  I risultati dell’esperienza saranno illustrati e discussi attraverso due workshop nella sala Ripa e l’allestimento di uno stand nell’area del tholos.

Parteciperanno all’evento Ciro Corona (presidente dell’associazione R-esistenza Anticamorra), il prete di strada don Aniello Manganiello e la professoressa del ‘Rossi-Doria’ Monica Leonardi, referente del progetto scuola-famiglie.

Trasferendosi nello stand (area ‘Famiglie in azione’) il pubblico potrà poi rendersi direttamente conto di come i beni confiscati alla camorra abbiano dato vita ad un processo di agricoltura ‘civica e virtuosa’. Alle 18.30 la riflessione si sposterà sulla ‘Storia al tempo delle Due Sicilie’: analiticamente affrontato dagli alunni nel corso dell’anno scolastico, il tema ha ispirato l’originale ‘Mercatino’ (nella stessa area del tholos) arricchito da degustazioni e dimostrazioni pratiche, evidentemente ispirato alla cultura enogastronomica dell’epoca borbonica. Il tema sarà  storiograficamente approfondito dal docente Fiorenzo Iannino e da Armando Montefusco, esperto della storia urbanistica di Avellino.  

Notizie correlate