Donatori di sangue, nasce la consulta giovanile

Donatori di sangue, nasce la consulta giovanile
Aria di primavera, ma anche di novità, nella provincia di Avellino: si è infatti formata la consulta giovanile della Fratres (donatori di sangue). Ben consci che sul territorio mancasse una struttura capace di poter comunicare con i ragazzi, questo organo giovanile è stato creato per dare un nuovo e…

Donatori di sangue, nasce la consulta giovanile

Aria di primavera, ma anche di novità, nella provincia di Avellino: si è infatti formata la consulta giovanile della Fratres (donatori di sangue). Ben consci che sul territorio mancasse una struttura capace di poter comunicare con i ragazzi, questo organo giovanile è stato creato per dare un nuovo ed importante impulso al sempre attuale discorso sulla donazione di sangue da parte dei giovani, che sempre più spesso tendono a sottovalutare l’importanza di un tale gesto verso il prossimo. La filosofia che accompagna i volontari, il dare senza ricevere, fa di questi una colonna portante della nostra società. I donatori di sangue, infatti, con la loro azione aiutano in modo anonimo le persone; si pensi solo che senza un adeguato apporto di sangue gli ospedali avrebbero serie difficoltà nel curare i malati e non si potrebbero creare tanti farmaci. Il gruppo Fratres si pone come finalità quella della diffusione della cultura della donazione di sangue e dei suoi componenti, nonché del sangue midollare e degli organi, in modo da costituire la figura del “donatore totale”. In altre parole la Fratres s’impegna anche in una continua formazione e perfezionamento dei propri donatori affinché la loro donazione oltre ad essere periodica, gratuita, anonima e responsabile, sia anche acquisizione ed espressione di uno stile di vita sano. Inoltre è impegnata nella promozione di iniziative funzionali a propagandare l’alto valore sociale della donazione, della solidarietà e della fraternità, elementi considerati prezioso fondamento di vita. In un momento sociale caratterizzato da un crescente cambiamento dinamico che investe tutte le realtà organizzative sia profit che non profit il futuro di queste realtà è da cercarsi nei giovani che sono una risorsa indispensabile per promuovere ed incentivare lo sviluppo, l’evoluzione e il cambiamento di queste organizzazioni. L’investimento delle nuove generazioni diviene quindi una necessità strategica per il futuro del volontariato. La consulta giovani Fratres si propone, con strumenti e linguaggi appropriati, di coinvolgere quanto più possibile i giovani e di incentivarli nella donazione del sangue consapevoli che senza un loro coinvolgimento attivo il futuro del volontariato sarebbe senza luce. Il referente del gruppo Lucio Passio si è così espresso: «Consapevoli che, come giovani, la comunicazione assume un ruolo centrale nell’associazionismo, uno dei nostri scopi è promuovere e valorizzare l’esperienza di solidarietà che rappresenta un valore culturale della relazione e della condivisione con l’altro. La consulta farà uso di tutti i media possibili per comunicare con i ragazzi: sito internet, social network, e-mail, sms. Inoltre saremo attivi sul territorio per un contatto diretto con le persone tramite stand, conferenze nelle scuole e iniziative sociali. Dona con noi, aiutaci a rendere questo mondo migliore!»

Notizie correlate