Esami di maturità, le tracce della temuta seconda prova scritta: da Tacito ai selfie

esame di maturità

Dopo il tema di italiano, oggi è il giorno della seconda prova scritta agli esami di maturità.

Gli studenti del Liceo Classico si sono dovuti confrontare con la versione di latino e il testo greco. La prima tratta da “Historiae” di Tacito, il secondo da Vita di Galba di Plutarco.

L’elettromagnetismo classico alla base della seconda prova dei maturandi del Liceo Scientifico. Il primo problema da risolvere riguarda i fili percorsi dalla corrente, il secondo su un condensatore. Otto i quesiti, per superare la prova bisogna rispondere correttamente ad almeno quattro di essi.

Per quanto riguarda l’indirizzo commerciale, la seconda prova di Economia Aziendale riguarda  i “quattro rischi del business e il conto economico di Alfa spa dal quale emerga il miglioramento del risultato economico e del rischio di credito”. Inoltre i candidati dovranno scegliere due tra una serie di quesiti.

Al Liceo Artistico gli studenti dell’indirizzo design sono chiamati a realizzare “logo, locandina e invito all’inaugurazione di un nuovo spazio espositivo e scuola d’arte”. Agli studenti dell’indirizzo architettura è stato chiesto di ideare è realizzare un museo dello spazio dedicato ai giovani e alle scuole.

Per l’indirizzo arti figurative plastico scultureo il passaggio dall’autoritratto ai selfie. Infine agli studenti dell’indirizzo audiovisivo e multimediale è toccato l’anniversario del primo uomo sulla Luna avvenuto nel 1969.

“Lettera a una professoressa” e “Storia della scuola” sono i testi di riferimento scelti per i maturandi degli istituti di Scienze Umane. Il primo è un libro scritto nel 1967 da alcuni ragazzi della scuola di Barbiana, con la supervisione di don Lorenzo Milani, il secondo è uno scritto di Saverio Santamaita.