Festa: “Beghe politiche non destabilizzino Ato”

Festa: “Beghe politiche non destabilizzino Ato”
“L’Ato, ma tutti gli enti di servizio, fuori dalle beghe e dagli scontri politici. Eventuali ritorsioni o vendette sarebbero un danno innanzitutto per i cittadini”. Antonio Festa incassa il si dei sindaci al bilancio dell’Ato, ma parla anche delle vicende politiche. La provincia al centrodestra e se…

Festa: “Beghe politiche non destabilizzino Ato”

“L’Ato, ma tutti gli enti di servizio, fuori dalle beghe e dagli scontri politici. Eventuali ritorsioni o vendette sarebbero un danno innanzitutto per i cittadini”. Antonio Festa incassa il si dei sindaci al bilancio dell’Ato, ma parla anche delle vicende politiche. La provincia al centrodestra e se l’orientameno dovesse essere lo stesso anche al comune di Ariano e a quello di Avellino, la sua posizione di presidente sarebbe a rischio. “Nessuno può sentirsi tranquillo – dice – questo è ovvio, ma pensare di ridurre gli enti ad un terreno di battaglia elettorale sarebbe fuori luogo. Sono enti di servizio, cioé al servizio dei cittadini. E proprio per questo motivo non debbo essere parte della dialettica politica. Per l’Ato – conclude il presidente – sarebbe assurdo destabilizzare l’ente proprio ora che è stato riavvita l’attività”.

Notizie correlate