Il rosa splende solo nelle imprese: ecco l’8 marzo in provincia di Avellino

Sempre più protagoniste sul fronte delle imprese, sempre meno presenti nel mondo del lavoro, poco rappresentate sul versante della politica e delle istituzioni. Alla vigilia dell’8 marzo è questo il quadro a tinte fosche dell’universo femminile in provincia di Avellino. La vera nota positiva è rappresentata dai dati sulle imprese rosa: si conferma una grande vitalità che è in atto da più di un decennio. Sono 12.097 le aziende irpine con a capo donne. Vi lavorano 16.544 addetti. Boom in agricoltura 5.537 imprese. Subito dopo troviamo il commercio 2.937. Molto più distante la ristorazione 726. Netto cambio di prospettiva – invece – sul versante dell’occupazione. Gli ultimi dati Istat ci restituiscono un tasso di disoccupazione femminile in Irpinia superiore a quello di maschile di ben tre punti percentuali. Per non parlare poi del tasso di inattivi – le persone che non hanno lavoro e che hanno smesso di cercarlo. Quello femminile è quasi il doppio rispetto a quello maschile. L’unica nota positiva, ma è una goccia nel mare, riguarda la fascia 18-29 anni. In questo ultimo caso, la percentuale di disoccupazione dei maschi è superiore a quella delle donne.