La Finanza festeggia 235 anni dalla fondazione

La Finanza festeggia 235 anni dalla fondazione
Ieri sera nel parco del Teatro Gesualdo di Avellino, la Guardia di Finanza ha celebrato i suoi 235 anni dalla fondazione. Hanno partecipato alla cerimonia le più alte cariche istituzionali, ecclesiastiche e militari tra cui Monsignor Francesco Marino, Vescovo di Avellino, Cosimo Sibilia presidente d…

La Finanza festeggia 235 anni dalla fondazione

Ieri sera nel parco del Teatro Gesualdo di Avellino, la Guardia di Finanza ha celebrato i suoi 235 anni dalla fondazione. Hanno partecipato alla cerimonia le più alte cariche istituzionali, ecclesiastiche e militari tra cui Monsignor Francesco Marino, Vescovo di Avellino, Cosimo Sibilia presidente della Provincia, Pino Galasso, primo cittadino di Avellino, Gianmarco Sottili, Comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Ennio Blasco, Prefetto di Avellino, Antonio Campolattano, questore vicario della Polizia di Avellino, Mario Aristide Romano, Procuratore della Repubblica di Avellino, Antonio Guerriero, Procuratore di Sant’Angelo dei Lombardi, Alessandro Salzano, comandante della Polstrada di Avellino, Maria Antonietta Troncone della Distrettuale Antimafia di Napoli, Gerardo Panza, comandante provinciale del Corpo Forestale dello Stato, Mario Melchionna, segretario provinciale della Cisl. Dopo l’arrivo del Prefetto Ennio Blasco, la parte istituzionale si è aperta con l’ingresso del Gonfalone della Città di Avellino, decorato di medaglia d’oro al valor civile, e del Gonfalone della Provincia di Avellino. A seguire i Gonfaloni delle Municipalità dove hanno sede i Reparti della Guardia di Finanza in Irpinia ed i Labari dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia (Sezione di Avellino) e delle altre Associazioni Combattentistiche e d’Arma. E’ stata poi data lettura dell’”Ordine del Giorno Speciale” del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d’Armata Cosimo D’Arrigo. Nel suo discorso il colonnello Mario Imparato, ha illustrato in sintesi i risultati avuti nell’ultimo anno, sottolineando il miglioramento del rapporto con il cittadino e i lodevoli risultati ottenuti contro il lavoro nero, l’evasione fiscale (sono state effettuale 1.000 verifiche e recuperati 15 milioni di euro) e la lotta alla contraffazione. In tale quadro, un particolare ringraziamento il comandante provinciale ha poi rivolto ai rappresentanti degli organi di comunicazione, presenti in massa alla cerimonia, confermando l’ottimo rapporto di collaborazione sviluppato sin dal momento del suo insediamento. Il momento istituzionale, dopo la consegna di riconoscimenti d’ordine morale ai militari delle Fiamme Gialle irpine maggiormente distintisi nel periodo giugno 2008 – maggio 2009, si è chiuso con l’elegia della Preghiera del Finanziere e la sacralità dell’inno nazionale. Protagonista dei festeggiamenti per il 235° anniversario di quest’anno è stato un coro gospel molto noto a Roma, le “Voci nel Borgo”, che hanno dato vita ad una straordinaria esibizione.

Notizie correlate