Lavori, La Stella: “Bisogna accelerare i tempi”

Lavori, La Stella: “Bisogna accelerare i tempi”
E’ il monito lanciato dal direttore della Confcommercio Oreste La Stella. “Era prevedibilissimo che si verificasse un ingorgo simile in una strettoia, mi riferisco all’imbuto che da via Mazas sbocca in via Partenio. Mi auguro che si stia facendo un ufficio tecnico. Da Ingegnere mi sarei aspettato ch…

Lavori, La Stella: “Bisogna accelerare i tempi”

E’ il monito lanciato dal direttore della Confcommercio Oreste La Stella. “Era prevedibilissimo che si verificasse un ingorgo simile in una strettoia, mi riferisco all’imbuto che da via Mazas sbocca in via Partenio. Mi auguro che si stia facendo un ufficio tecnico. Da Ingegnere mi sarei aspettato che la chiusura di via De Sanctis sarebbe coincisa con l’apertura del primo tratto del corso almeno temporaneamente.” Pronta arriva la precisazione da parte dell’assessore ai lavori pubblici Giordano: “Con la chiusura di via De Sanctis la scelta più logica sarebbe stata rendere percorribile con le auto il primo tratto di corso che si incrocia con Piazza Libertà. Sono stati rinvenuti dei tubi di amianto che devono essere smaltiti secondo norma. Già è tutto avviato quindi nel momento in cui riusciremo ad avere l’ok, nel giro di pochi giorni daremo una sensibile svolta al volto della città ed alla viabilità. Sui disagi registrati in Via Carducci, Genovese chiarisce: “C’è stata la sostituzione di un tombino che da anni dava grossi fastidi. Nel sostituire le tubature, ci siamo accorti che buona parte del tombino era crollata. Per questo motivo abbiamo preferito fare i lavori totali provvedendo all’attivazione di un pozzetto idoneo. Una volta ultimata l’opera e riasfaltata la strada in quella zona, non si dovrebbero più presentare problemi di questo genere.” Altro punto dolente esaminato da La Stella è il problema parcheggi: “Da tempo chiediamo che, una volta per tutte vengano valutate attentamente le aree per i parcheggi con un area pedonale così importante come quella del corso Vittorio Emanuele, è impensabile non prevedere importanti blocchi riservati a parcheggio dislocati nelle zone limitrofe. Genovese appoggia il discorso di La Stella: “Alla città andrebbero progettati e realizzati due o tre parcheggi di grossa valenza in punti nevralgici come via Roma e via Piave”.

Notizie correlate