Avellino, Loguercio sollecita il Comune per riassetto burocratico

Avellino, Loguercio sollecita il Comune per riassetto burocratico

Il consigliere comunale del Pd di Avellino Ugo Loguercio, sollecita il Sindaco Galasso a dare un riassetto alla macchina burocratica, anche con l’innesto di persone dì alto profilo. A tal proposito il consigliere dichiara di non volere in alcun modo intromettersi nelle scelte che spettano al Sindaco, ma ritiene che ci siano la necessità di un ammodernamento, in quanto bisogna fare i conti con una mancanza di risorse, con un nuovo quadro politico locale e regionale, ma soprattutto con la crisi economica nazionale. Pertanto sarebbe auspicabile una riduzione dell’Esecutivo a soli otto assessori, in modo da rendere l’attività amministrativa più efficiente, veloce e sicura. Ci sarebbe la necessità di inserire due o tre figure di rilievo a cui affidare la guida dei dicasteri, sicuramente un eventuale rimpasto, basato sull’ingresso di “interni” porterebbe i consiglieri del Pd a votare in aula solo provvedimenti condivisibili. Loguercio ritiene inoltre che gli sforzi fatti in questi anni dal sindaco non debbano andare sprecati. Necessario, sempre secondo il consigliere, “un piano di rifunzionalizzazione delle strutture restaurate, dall’ex Gil a villa Amendola, ma soprattutto occorre restituire alla città un proprio profilo culturale nel contesto meridionale”. Tanti altri i punti programmatici che saranno sottoposti al sindaco: sanità, area direzionale via Colombo e sicurezza.

Notizie correlate