Mercogliano, portano un cane a lavare e poi lo abbandonano

Vi riportiamo un’episodio di abbandono animali verificatosi presso un negozio per cani e gatti sito a Mercogliano, che ci è stato segnalato dal sig. Massimo Roca, con l’obiettivo che questi casi di abbandono vengano scoraggiati il più possibile. Di seguito la denuncia che le proprietarie del negozio hanno inviato al Comando dei Vigili Urbani di Mercogliano:
OGGETTO: Abbandono cane presso la mia toelettatura.
“La sottoscritta Alessandra Roca Amministratrice del salone di bellezza per animali sito a Mercogliano in Via Nazionale Torrette DICHIARA quanto segue:
Il giorno 14/01/2012 alle ore 12:38 mi arrivò una telefonata con numero anonimo per chiedere se si poteva effettuare il lavaggio di un cagnolino assicurandosi di fargli l’antiparassitario. Dandole risposta positiva la signora di massimo 40 anni con capelli scuri, occhi scuri, carnagione chiara, con in dosso un piumino nero e postura scorretta si presentava presso il mio locale verso le 13:00 con un trasportino bicolore (grigio chiaro/grigio scuro) rotto ed internamente sporco con un meticcio di colore bianco nero con sfumature marroncine su parti del corpo. Consegnandomi il cane mi chiedeva quando fosse pronto, le dissi circa 1 ora e mezza e mi feci dare il suo numero di cellulare ed il suo nome così l’avrei chiamata se avessi finito prima il suo cane di nome Billy.
Alle 14:50 circa la signora sempre con numero anonimo mi chiama assicurandosi se il cane stava bene e se poteva venirlo a prendere con un po’ di ritardo in quanto aveva avuto un contrattempo. Visto l’eccessivo ritardo nel ritirare il cane mi decisi a chiamare sul numero da lei rimasto. Inizialmente non rispondeva mai nessuno verso 19:00 mi rispose una signora che disse che possedeva diversi cani ma di non averli portati a lavare, ma soprattutto mi disse di non chiamarsi con il nome che mi era stato lasciato. Abbiamo accudito il cane fino ad oggi nella speranza che la signora si presentasse, ma, purtroppo invano nel frattempo il cane non mangia e sembra che non beva, non accetta il guinzaglio ed è molto traumatizzato, abbiamo constatato anche che non presenta il microchips.
CHIEDO
che il cane venga affidato ad una struttura competente che sia in grado di curarlo e magari trovargli un’affidamento in quanto mi trovo impossibilitata a farlo.
Sicura che mi risolviate il “problema” a stretto giro di posta vi porgo i miei più cordiali saluti”.

Notizie correlate