Moscati, la competenza salva vita ad un giovane

Moscati, la competenza salva vita ad un giovane
A pochi giorni dall’attribuzione all’Unità Operativa di Cardiologia dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino di due importanti riconoscimenti nel corso del Congresso Anmco (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri) di Firenze, lo stesso reparto si rende nuovamente prot…

Moscati, la competenza salva vita ad un giovane

A pochi giorni dall’attribuzione all’Unità Operativa di Cardiologia dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino di due importanti riconoscimenti nel corso del Congresso Anmco (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri) di Firenze, lo stesso reparto si rende nuovamente protagonista per un episodio di buona sanità. E’ stato infatti eseguito, con tecnica endovascolare, un delicato intervento di estrazione dalle camere cardiache di catetere di pacemaker infetti. L’operazione chirurgica, durata circa due ore, è stata effettuata dal dott. Ferdinando Alfano, responsabile della Struttura di Aritmologia e Cardiostimolazione, e dai dirigenti medici Francesco Rotondi e Fiore Candelmo. Tale intervento è stato eseguito altre volte presso l’Unità Operativa di Cardiologia e viene praticato anche in altre strutture cardiologiche di alta specialità. Ma ciò che lo ha reso degno di segnalazione sono state le caratteristiche cliniche del paziente. Si trattava, infatti, di un giovane con alterazione congenita del tessuto connettivo: un fattore che accentuava ulteriormente il rischio operatorio già di per sé elevato. L’esito positivo dell’intervento è da ascrivere a un perfetto lavoro di équipe tra elettrofisiologi, emodinamisti, cardioanestesisti e cardiochirurghi, nonché alla disponibilità di attrezzature sofisticate, elementi che testimoniano l’elevato standard organizzativo e professionale delle strutture dell’Azienda ospedaliera di Avellino.

Notizie correlate