Negozianti del Corso chiedono sedie e tavolini

Negozianti del Corso chiedono sedie e tavolini
Tra le diverse richieste al sindaco, il giudizio della commissione urbanistica ed il pagamento di 50 centesimi al metro quadro al giorno, i commercianti del corso, perdono tempo e denaro. Il direttore della Confcommercio Oreste La Stella dichiara: “Attendiamo regole ben precise e che vengano rispett…

Negozianti del Corso chiedono sedie e tavolini

Tra le diverse richieste al sindaco, il giudizio della commissione urbanistica ed il pagamento di 50 centesimi al metro quadro al giorno, i commercianti del corso, perdono tempo e denaro. Il direttore della Confcommercio Oreste La Stella dichiara: “Attendiamo regole ben precise e che vengano rispettate da tutti. Il Corso è stato abbellito e abbiamo deposto l’ascia di guerra. In relazione alla pedonalizzazione di tutta l’area – prosegue La Stella – per i commercianti continua ad essere troppo grande ed inutile. Il comune dovrà fare la propria parte in più direzioni. La prima è quella di scegliere criteri per sedie e tavolini e li si faccino rispettare, in modo da dare omogeneità e, cosa molto impportante, studiare forme di agevolazioni fiscali per chi allestisce uno spazio aperto. Sarebbe opportuno – dice La Stella – realizzare strutture permanenti per ovviare alla pioggia, sempre molto presente ad Avellino. Per quanto riguarda i parcheggi sapere dove saranno realizzati”. L’assessore ai lavori pubblici Ivo Capone risponde: “Abbiamo lavorato per dare alla città un Corso completamente nuovo, avendo tutto l’interesse affinchè si confermi luogo di aggregazione. Per quanto riguarda l’installazione di tavolini, sedie e gazebo non ci saranno problemi non appena ci sarà finanziato un progetto preliminare per una somma che si aggira sui 700mila euro. Il parcheggio di via Zigarelli – prosegue Capone – con quello dell’ex Gil, del Mercatone e dell’autostazione non possono considerarsi lontani dal centro e dal Corso”.

Notizie correlate