Rifiuti, raccolta a rilento: nuove accuse al Cdr

Rifiuti, raccolta a rilento: nuove accuse al Cdr
E’ sempre emergenza rifiuti per le strade della città di Avellino e con le temperature torride di queste ore, la situazione sta diventato davvero difficile. L’immondizia rimane a terra per giorni. I maggiori disagi si registrano soprattutto nelle zone di periferia dove l’umido viene conferito insiem…

Rifiuti, raccolta a rilento: nuove accuse al Cdr

E’ sempre emergenza rifiuti per le strade della città di Avellino e con le temperature torride di queste ore, la situazione sta diventato davvero difficile. L’immondizia rimane a terra per giorni. I maggiori disagi si registrano soprattutto nelle zone di periferia dove l’umido viene conferito insieme al residuo e il caldo peggiora il quadro igienico-sanitario. Sui ritardi che si accumulano nella raccolta, il Cosmari torna a puntare l’indice contro il Cdr e il suo funzionamento. Stamane il presidente Antonio Caputo si è recato presso l’impianto di Pianodardine. “I nostri mezzi rimangono in fila ore e ore, ecco perché non riusciamo a raccogliere in tempo” – ha ribadito. E intanto è ancora polemica con la Cgil che giorni addietro aveva denunciato uno scaricabarile sulla vicenda dei rifiuti e aveva preso le difede dei lavoratori del Cdr . “Il sindacato faccia il suo mestiere – ha detto Caputo – noi ci occupiano della raccolta dei rifiuti”.

Notizie correlate