Sentieri mediterranei, presentata la kermesse

Sentieri mediterranei, presentata la kermesse
Nomi di assoluta valenza internazionale gli artisti dell’XI edizione di Sentieri Mediterranei. Presentata questa mattina a Summonte (AV) il festival internazionale di Musica Etnica Sentieri Mediterranei. La punta di diamante di questa edizione è senz’altro la presenza di Bob Geldof . Unica tappa it…

Sentieri mediterranei, presentata la kermesse

Nomi di assoluta valenza internazionale gli artisti dell’XI edizione di Sentieri Mediterranei. Presentata questa mattina a Summonte (AV) il festival internazionale di Musica Etnica Sentieri Mediterranei. La punta di diamante di questa edizione è senz’altro la presenza di Bob Geldof . Unica tappa italiana per lo straordinario artista irlandese. Un artista carismatico che, nella sua esibizione in programma domenica 12 luglio, che incanterà il pubblico con le sue canzoni e le sue musica. Il vasto ed interessante programma della tre giorni è stata presentato dal direttore artistico Maestro Enzo Avitabile: “Summonte è per me il riferimento di un mio percorso umano ed artistico e Sentieri Mediterranei è un po’ il mio festival. Un festival antepone a tutto il suo intento di recupero della tradizione, la salvaguardia della memoria attraverso un dialetto, danze, artigianato, gastronomia, quella che potremmo definire un recupero della traccia originaria. E’ opportuno in questa occasione tener presente il legame esistente tra questo piccolo centro irpino con Napoli. Ed ancora il rapporto di Napoli con Montevergine, la devozione. In fondo Montevergine è napoletano, il napoletano che viene in queste zone del Partenio si sente a casa sua, vuoi per la devozione dialettale, vuoi per il senso di aggregazione che nasce dal popolo e si collega con la preghiera solenne. Summonte è tutto ciò. Tradizione, fede, preghiera, artisti di strada, i dialetti. Sono lieto questa mattina di presentare il programma di questa undicesima edizione che prevede la presenza di numerosi artisti di fama internazionale. Un festival che rappresenta una contaminazione fra culture e non una colonizzazione. Ognuno resta fedele alla sua verità culturale m, ma allo stesso tempo si arricchiste attraverso l’incontro con le altre culture. La presenza di Bob Geldof che sarà a Summonte per la sua unica tappa italiana del suo tour internazionale, rappresenta un motivo di vanto non solo per questa provincia ma per l’intera regione. Un suono di grande tradizione che incontra le diverse culture del Mediterraneo. Ma Geldof sarà solo uno degli artisti, sicuramente il nome più conosciuto ed apprezzato, ma credo sia opportuno non sottovalutare gli altri nomi. Si tratta di un parterre di artisti eccezionali. Anthony B (Giamaica) che terrà il suo concerto venerdì 10; Cisco che sarà di scena invece venerdì 11 e naturalmente Geldof che salirà sul palco di piazza Tigli domenica 12 luglio. Altri nomi come Spaccapaese, Marzouk Mejri Quartet, Marcello Colasurdo, Taranterrae”. “Intorno alla musica si può crescere. – ha spiegato il primo cittadino di Summonte On. Pasquale Giuditta – Sentieri Mediterranei è diventato un punto di riferimento per la Regione Campania, non a caso è stato inserito nel Circuito dei Festival, nel Viaggio della Creatività. Un festival che richiama intorno a se l’intera area del Mediterraneo facendo giungere a Summonte ogni anni artisti di fama internazionale con l’obiettivo prioritario, oltre che divertire, quello di valorizzare il territorio. Non a caso – ha spiegato il primo cittadino, location dell’evento sono i siti architettonici del nostro paese: la Torre Angioina, il centro storico, il museo civico e le sale del castello. – il primo cittadino ha poi posto l’attenzione sull’ambiente, che, come sempre, è stato visto negli anni con particolare attenzione – Nel corso del festival saranno utilizzate esclusivamente stoviglie biodegradabili e, gli stand gastronomici, si caratterizzeranno attraverso la proposizione di un menù mediterraneo. Insomma, – conclude Giuditta – sono tante le novità di quest’anno che rappresentano allo stesso tempo continuità con il passato e innovazione rispetto ad una manifestazione che, all’undicesima edizione, ha raggiunto livelli straordinari”. Presente alla conferenza stampa anche il Presidente Provinciale dell’Ept, Santino Barile che nella sua relazione ha dichiarato: “Si tratta di un grande evento, un evento per tutta la provincia di Avellino. Nella logica di promozione del territorio, Musica In Irpinia, Castellarte e Sentieri Mediterranei, avendo come riferimento le aree del Partenio, devono procedere il loro percorso in uno spirito di collaborazione. Il cartellone di questa edizione di Sentieri Mediterranei propone nomi di assoluta valenza internazionale. La promozione dell’area deve essere, a mio avviso il punto di partenza per un serio sviluppo turistico. L’area del Partenio contribuisce infatti in maniera determinante alla promozione della nostra bellissima verde Irpinia”. Nel corso della conferenza stampa sono state rese note anche le altre iniziative che fanno da corollario ed arricchiscono ulteriormente questo evento. Matilde Ercolino, referente per Sistema Museo, ha illustrato in maniera breve ma esaustiva, la collaborazione che la rete Sistema Museo (che ha in gestione in Museo Civico di Summonte) avrà con la rassegna. Nel corso della tre giorni sarà infatti possibile visitare il complesso mussale e l’intero complesso della Torre angioni e conoscere le iniziative che verranno intraprese successivamente al loro interno Un particolare merito va a Raffaella Luongo che, già dalla passata edizione del Festiva, ha illustrato l’iniziativa di eco-festival, attraverso l’utilizzo esclusivo di stoviglie biodegradabili nei tre giorni di festa. Ricordiamo inoltre che all’interno di Sentieri Mediterranei si inserisce Submontis Medievalia con artisti di strada, rivisitazioni medievali, cibi medievali, danze medievali nello splendido complesso della torre angioina.

Notizie correlate