Si riaccende la speranza al Centro Aipa: accelerata ai lavori, è la fine del calvario?

Simbolico scambio di ramoscelli d’ulivo e tanta speranza negli occhi dei ragazzi autistici e delle loro famiglie, in un Venerdì Santo che potrebbe rappresentare il punto d’inizio per la fine del calvario del Centro Aipa di Valle.

La Cooperativa Sociale Pianeta Autismo Persone Svantaggiate e l’Associazione di volontariato Amaranto hanno organizzato il momento di condivisione, che ha visto la presenza di Don Vitaliano Della Sala, del parroco di Valle, Don Marcello Cannavale e di Padre Luciano Gubitosa, colui che benedì nel lontano 2007 la posa della prima pietra al cantiere.

Da allora sono trascorsi 12 anni e il Centro Aipa aspetta ancora di essere completato.

C’è comunque un leggero ottimismo, dato soprattutto dalla accelerata ai lavori sostenuti dalla ditta Building and Planning di Capriglia Irpinia.

Completata la pavimentazione degli spazi esterni, posizionate le recinzioni, resta da montare il cancello d’ingresso ed entro un mese e mezzo – tempistica stimata dalla ditta di costruzione – il Centro Aipa potrebbe essere donato, finalmente, alla città di Avellino.