Terminio-Cervialto, sindacati bocciano piano anti incendio

Terminio-Cervialto, sindacati bocciano piano anti incendio

I segretari di Categoria Raffaele Tangredi FAI CISL , Giacomino Forte della UILA UIL e Ceccarelli della FLAI CGIL insieme alla RSA aziendale, si sono riuniti in mattinata, presso la Comunità Montana Terminio-Cervialto in Montella. Durante l’incontro, il piano di intervento e prevenzione anticendio per l’anno 2010 presentato dal Presidente dell’Ente montano Dott. Mario Marino, è stato respinto dalle OOSS . I sindacati unitariamente unitamente alla RSA aziendali, hanno bocciato il piano, non entrando nel merito e dichiarando che non parteciperanno alla realizzazione dello stesso finchè persiste l’attuale situazione , che vede i 209 dipendenti OTI senza stipendio da ormai 5 mesi. Ultima doccia fredda che ha colpito i lavoratori è la decisione dell’Istituto di Credito di non dar corso alla anticipazione dei /700 euro, dando esecuzione all’ultimo dispositivo del GIUDICE del ESECUZIONE di pignorare anche i mandati di pagamento destinati ai salari dei dipendenti. Il che fa presagire che nei prossimi mesi la situazione si aggraverà. Raffaele Tangredi della FAI CISL dichiara: “questa è una storia brutta, responsabilità che vengono da lontano e che riguardano amministratori del passato, a pagare sono sempre e soli i più deboli, i lavoratori monoreddito, provenienti da aree disagiate, una responsabilità non propria , costretti a rifiutare di fare il proprio dovere per la salvaguardia del territorio dal rischio anticendio.”

Notizie correlate