Trattamento cancro della cervice uterina, domani al Congresso

Trattamento cancro della cervice uterina, domani al Congresso

Il trattamento in quattro modalità diverse del cancro della cervice uterina al centro del terzo giorno del Congresso internazionale di chirurgia ginecologica promosso dal Gruppo Malzoni di Avellino, in programma domani (venerdì 7 maggio) sempre presso l’Auditorium della Banca della Campania. Nella prima sessione, che si aprirà alle ore 8.30 e che sarà presieduta da Bianchi (Italia), Gilabert Estellés (Spagna), Nappi (Italia) e Zullo (Italia), il francese Querleu eseguirà l’intervento per via laparoscopica e vaginale, mentre Mario Malzoni eseguirà in laparoscopia una linfodenectomia pelvica con isterectomia radicale. Nella seconda sessione, presieduta dagli italiani Greggi, Scambia e Scollo, gli americani Burke e Goldman eseguiranno l’intervento con l’utilizzo del robot, mentre Carmine Malzoni utilizzerà la chirurgia tradizionale laparotomica.
Continua dunque la più grande maratona chirurgica del mondo, con la presenza di oltre cento esperti provenienti da tutto il mondo (Brasile, Russia, Giappone, Usa, Francia, Spagna, Inghilterra, Belgio, Finlandia, Portogallo), protagonisti di uno dei primi congressi in Europa in cui vengono messe a confronto le tecniche chirurgiche classiche con quelle più avanzate nel campo della chirurgia ginecologica, fino alla robotica.
Il quarto e ultimo giorno, sabato 8 maggio, Benedetti Panici (Italia) eseguirà un intervento per un cancro ovarico nel corso della prima sessione presieduta da Landoni (Italia), Carmine Malzoni (Italia), Mangioni (Italia) e Sismondi (Italia), mentre nella seconda sessione, presieduta da Cervigni, Massi, Mencaglia e Sirimarco, si affronteranno i difetti del pavimento pelvico con un intervento in laparoscopia eseguito dal francese Wattiez e con un intervento per via vaginale eseguito dal francese Clavé. Alle ore 14 si aprirà la sessione di “Ladysurgery”, interamente al femminile, presieduta da Annamaria Malzoni (Italia), Stepanian (Usa) e Ussia (Italia), con due interventi eseguiti da due importanti chirurghe, l’americana Matthews, che eseguirà un intervento per prolasso della vagina attraverso l’utilizzo del robot, e la russa Adamyan, che eseguirà in laparoscopia la creazione di una neovagina.
Il Congresso è presieduto dal prof. Carmine Malzoni, mentre Presidente Onorario è l’americano Harry Reich e Direttore Scientifico il dr. Mario Malzoni. La Commissione Scientifica è composta da Bettocchi, Colacurci, Minelli, Moscarini, Seracchioli, Vittori, Wattiez e Zupi, mentre il Comitato Organizzatore è composto da Francesco Cosentino, Ciro Perone, Vincenza Vicario, Domenico Iuzzolino, Marianna Rasile e Marika Bonifacio.

Notizie correlate