Via i cani di quartiere, Lav: corteo di protesta

Via i cani di quartiere, Lav: corteo di protesta
Un corteo pacifico che dal Corso Vittorio Emanuele di Avellino si sposterà fino alla Prefettura. Questa la risposta data dalla Lav (lega antivivisezione), insieme ad altre associazioni che si battono per i diritti degli animali, all’improvvisa sparizione dalla città dei cani. Non solo randagi, ma an…

Via i cani di quartiere, Lav: corteo di protesta

Un corteo pacifico che dal Corso Vittorio Emanuele di Avellino si sposterà fino alla Prefettura. Questa la risposta data dalla Lav (lega antivivisezione), insieme ad altre associazioni che si battono per i diritti degli animali, all’improvvisa sparizione dalla città dei cani. Non solo randagi, ma anche cani sterilizzati o i cosiddetti “cani di quartiere”, che venivano regolarmente accuditi e nutriti dalle persone del posto. Circa una settimana fa, questi cani sono stati tutti presi e portati nel canile di Luogosano, già sovraffollato e che, fino a poco tempo fa, sembrava non avere i permessi necessari per ospitare ulteriori animali. Già in passato, il canile aveva ricevuto numerose denunce per il degrado e la sporcizia in cui versavano i propri ospiti, troppo numerosi rispetto alle esigenze. Nonostante un incontro di rappresentanti delle associazioni animaliste con il Prefetto, avvenuto circa dieci giorni fa, in cui si prospettavano soluzioni concrete al fenomeno del randagismo (catturare i cani per sterilizzarli e rimetterli in libertà, applicare realmente le sanzioni per coloro che abbandonano gli animali), c’è stata invece un’amara sorpresa. “La Lav non ci sta, e dice no all’improvviso e ingiustificato accalappiamento dei cani. Un conto è combattere il fenomeno del randagismo, cosa che tutte le nostre associazioni fanno, un altro è portare via all’improvviso i randagi, oltretutto per tenerli in condizioni ancora più disastrate e degradanti – è la denuncia di Giuseppe Fanelli, rappresentante provinciale Lav – per questo abbiamo convocato questa manifestazione pacifica che vuole provare a far luce sulla faccenda”. L’appuntamento per quanti vogliono mostrare la propria solidarietà è per domani mattina alle 10.30 presso la villa comunale di Avellino.

Notizie correlate