Avellino, pericolante il ponte sulla Variante: chiuso al transito sopra, e sotto?

Quel cavalcavia è a rischio, quindi va chiuso.

Ufficialmente per approfondimenti tecnici.

Così recita l’ordinanza 83 del 12 marzo 2019 firmata dal vice comandante della Polizia Minucipale, Domenico Sullo.

Il Comune di Avellino ha messo le carte a posto: in caso di malaugurate sventure, è tutto a posto.

Anche se la chiusura è materialmente avvenuta questa mattina (13 marzo) rispetto alla disposizione che prevedeva l’interruzione al transito dal 12 marzo, con le auto e i camion che hanno continuato ad attraversare il cavalcavia pure in presenza di ordinanza di interdizione al transito.

A parte questo ci si domanda.

1 – Se il cavalcavia è a rischio, perchè è stato chiuso al traffico soltanto per chi transita “sopra”?

Quanti percorrono la Variante alla Statale 7bis transitando “sotto” quel cavalcavia, devono sentirsi sicuri?

Dal manufatto sono stati visti cadere calcinacci, segno che qualche rischio di cedimento possa esserci, altrimenti non sarebbe stata emessa l’ordinanza 83 datata 12 marzo.

2 – Chi effettuerà i controlli? I tecnici del Comune di Avellino che ha disposto la chiusura del transito sul cavalcavia, oppure quelli dell’Anas che è “proprietaria” del manufatto?

Visto il conflitto di competenze, il vero rischio riguarda i tempi di chiusura più che il rischio di crollo del cavalcavia. Sarà come per il viadotto di Parolise?

3 – Di conseguenza a ciò, per quanto tempo resterà chiuso il cavalcavia che collega il centro città con la Variante Est (e viceversa)?

Quello svincolo è strategico, per l’afflusso e il deflusso del traffico da e verso il capoluogo.

Nell’ordinanza viene precisato che la chiusura è dal 12 marzo e fino al termine delle verifiche.

 

Notizie correlate