Ferragosto, la rabbia degli otto: “Abbiamo detto no all’illegalità non alla città”

Gli otto delle vele replicano a muso duro al sindaco Ciampi ed agli altri parlamentari del Movimento cinque stelle.

Nello Pizza, Stefano La Verde, Nadia Arace, Nicola Giordano, Modestino Verrengia, Dino Preziosi, Lino Pericolo, Alberto Bilotta, hanno tenuto una conferenza stampa a Palazzo di Città: “Non è vero che abbiamo impedito il Ferragosto. Noi abbiamo impedito l’illegalità perché l’atto arrivato in consiglio comunale era illegittimo”.

E con una lettera indirizzata la Presidente della Repubblica hanno chiesto la revoca da sottosegretario di Carlo Sibilia.

Intanto il sottosegretario Carlo Sibilia in un post su Facebook tuona: “Si scandalizzano e denunciano la corretta informazione e non hanno mai detto una parola di denuncia forte sulle ruberie tra Comune e AIAS Demitiana, per i 25 milioni di euro di debiti fuori bilancio, per i numeri falsi in bilancio, per le mazzette sugli alloggi popolari o per le opere pubbliche bloccate da anni. 
Non hanno fatto un giorno di opposizione quando i peggiori affari gli passavano sotto il naso a danno dei cittadini avellinesi. 
Il sodalizio tra la sinistra avellinese e i demitiani ha affossato la nostra città. E vogliono continuare. Ma la musica è cambiata. Ora c’è un sindaco 5 Stelle, votato legittimamente dai cittadini avellinesi. Non vi sta bene? Cambiate!
Siete 27 consiglieri e noi 5: dimettetevi tutti insieme, si va allo scioglimento e poi alle elezioni. Sicuramente la gente capirà il vostro gesto a favore della città. Fatelo. È del tutto legittimo. Per comunicare la vostra scelta useremo dei manifesti 70×100 questa volta”

Notizie correlate