Giro d’Italia: il 12 maggio tappa con arrivo a Montevergine

Il Giro d’Italia torna in Irpinia e di nuovo a Montevergine. La tappa dovrebbe essere quella di sabato 12 maggio 2018 ma l’ufficialità giungerà solo in occasione della presentazione dell’edizione numero 101 della “corsa rosa” che quest’anno parte da Gerusalemme il 4 maggio.

Dopo tre giorni in Israele, il Giro giungerà in Italia, in Sicilia osservando un giorno di riposo per il trasferimento, quindi tre tappe sull’isola per iniziare quindi ilpercorso verso nord, toccando la Calabria, la Campania, spostandosi verso l’Abruzzo e su verso il Nord Italia con la conclusione del Giro il 27 maggio a Roma.

Secondo indiscrezioni, la partenza di tappa avverrà in Calabria (in un primo momento doveva essere Praia a Mare ma potrebbe esserci una variazione) e i corridori attraverseranno località del Cilento, quindi la città di Salerno per fare ingresso nel territorio irpino.

In un primo momento era stato stabilito che il giorno successivo il Giro sarebbe ripartito da Avellino ma la città capoluogo non ha dato l’adesione, per cui gli organizzatori sono alla ricerca di una diversa località che potrebbe essere Pesco Sannita. “Ho espressamente chiesto agli organizzatori di fissare perlomeno un traguardo volante ad Avellino, per rispetto verso il capoluogo di provincia”, ha detto il sindaco di Mercogliano, Massimiliano Carullo, che ha visto premiato il suo lungo e paziente lavoro atto a convincere gli organizzatori a riportare il Giro nel territorio del suo Comune.

“E’ un peccato che non sia stata organizzata la partenza da Avellino perchè in questo modo si perde una grossa opportunità per l’economia irpina”, ha detto ancora Carullo.

La carovana del Giro, che conta circa 4000 persone, in quel caso avrebbe alloggiato tutta in Irpinia mentre, in questo caso, le sistemazioni avverranno a cavallo tra le due province campane.

Oltretutto proprio nel mese di maggio 2018 sono in programma le elezioni comunali ad Avellino ed ospitare una partenza di tappa del Giro d’Italia avrebbe rappresentato un importante spot e una operazione simpatia di enorme rilevanza. Ma gli attuali amministratori ormai appaiono rassegnati a lasciare i loro posti, per cui non hanno inteso inserire il costo per l’organizzazione nel bilancio del prossimo anno, visto che le cassecomunali sono praticamente vuote.

Domani, con “Il Lombardia” si conclude, intanto, la stagione del grande ciclismo. La corsa delle foglie morte – come viene definito quest’ultimo appuntamento stagionale – parte da Bergamo con arrivo a Como.

Com’è tradizione, solo al termine di quella manifestazione si avranno le anticipazioni del prossimo Giro d’Italia la cui presentazione avverrà nella seconda decade di ottobre. Per questo sarà presente alla partenza del “Lombardia” pure una delegazione del Comune di Mercogliano per definire gli accordi con gli organizzatori per la tappa che prevede l’arrivo a Montevergine.

 

Ultimi Articoli