A Montoro la panchina rossa: “Violenza contro le donne, una sconfitta per tutti”

Una mattanza. Non ci sono altri termini per descrivere l’orrore della violenza contro le donne. Secondo le elaborazioni effettuate dall’Istat – Istituto nazionale di statistica – a partire dai dati del Ministero dell’interno, sono state 149 le donne vittime di omicidi volontari nel 2016 in Italia. Esaminando la relazione tra autore e vittima, di quei 149 femminicidi quasi 3 su 4 sono stati commessi nell’ambito familiare: 59 donne sono state uccise dal partner, 17 da un ex partner e altre 33 da un parente, per un totale di 109 casi su 149. La comunità di Montoro, in occasione della giornata contro le violenze sulle donne, si è ritrovata in piazza per gridare il proprio “no” alla violenza di genere.

In piazza Paolo Borsellino alla frazione Torchiati è stata inaugurata una panchina rossa emblema universale del “posto occupato” da una donna vittima di femminicidio, simbolo delle azioni contro la violenza di genere e a favore della libertà delle donne. Una iniziativa promossa dall’amministrazione comunale e dalla commissione pari opportunità del comune irpino. Protagonisti della manifestazione i ragazzi e le ragazze dell’istituto comprensivo di Montoro perchè la violenza contro le donne la si combatte promuovendo anzitutto una crescita di tipo culturale a cominciare dalle nuove generazioni. Chiaro il messaggio lanciato dai ragazzi: “La violenza contro le donne è una sconfitta per tutti”

Notizie correlate