Solofra, codice a barre contro i furbetti del sacchetto

Codice a barre contro i furbetti del sacchetto. A Solofra, anche per l’indifferenziato, i cittadini dovranno apporre sul sacchetto dei rifiuti un codice a barre. Il fatto è che, dati dell’Osservatorio regionale dei rifiuti, nel 2016 il comune conciario ha visto diminuire di quattro punti percentuali il dato della differenziata. Cresciuto invece il rifiuto indifferenziato. Insomma i cittadini si sono dedicati al “mischiatutto”.

Da qui dunque la decisione di Palazzo Orsini di ricorrere al codice a barre. Non solo. Maria Luisa Guacci, delegata all’ambiente, ha annunciato la costituzione di una task force – a comporla polizia municipale, guardie ambientali ed Irpiniambiente -. A chi sgarra multe salate.

Il “correttivo” del bollino è andato in vigore dal 12 marzo. E già sono arrivate le prime multe – una trentina – a carico di altrettanti utenti che sono stati sanzionati per errato conferimento.

Notizie correlate