Tribunale di Avellino a rischio, la denuncia e lo stato di agitazione degli avvocati

Quel cartello ormai lo conoscono a memoria, sia i frequentatori del Tribunale di Avellino che dipendenti e avvocati.

Eccolo, per chi voglia ricordarlo.

Un avviso apposto in più punti del Tribunale di Avellino per invitare gli utenti ad andare via dubito dopo avere svolto pratiche e partecipato a udienze, in qualità di testi, parti offese o altro.

E gli impiegati, i giudici, gli avvocati?

Loro devono restare nel palazzo, per motivi di lavoro.

Prendono posizione, intanto, gli avvocati che attraverso il documento redatto dai componenti delle Camera Penale, denunciano la situazione di grave pericolosità in cui versa la struttura pubblica.

Nello stesso tempo mettono in mora il Straordinario del Comune di Avellino, il Ministro della Giustizia ed il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, con l’invio ai destinatari dello stesso documento.valendo esso invio quale formale messa in mora nei loro confronti ad ogni effetto di legge”.

Il documento prodotto dagli avvocati è lunghissimo e ripercorre dettagliatamente la storia del palazzo di giustizia situato in pieno centro ad Avellino, l’iter dei lavori svolti, le perizie tecniche che hanno posto in evidenza i rischi di staticità. Insomma un vero e proprio documento di accusa e di richiamo dei destinatari alle proprie responsabilità.

Ora si attendono risposte concrete.

Non è escluso che gli avvocati possano decidere di disertare quel palazzo.

Loro possono farlo, dipendenti e giudici no.