Abusi sulla figlia: il padre si difende

Abusi sulla figlia: il padre si difende

Accusato di abusi sessuali sulla figlia, un quarantanovenne di Serino A.V., è stato ascoltato l’altro ieri, dal Gip del Tribunale di Venezia. Il magistrato lo ha interrogato per un’ora, su rogatoria del Gip irpino Giuseppe Riccardi, che ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare che ha portato il presunto orco in carcere. Il quarantanovenne si è difeso contestando tutte le accuse rivoltegli dalla procura, dicendo:”Sono vittima di un complotto” e il suo avvocato avellinese, Carmine Danna ha voluto rappresentare al magistrato veneziano, come sua unica colpa quella di aver costretto la figlia a non uscire di casa e che la sua condotta non era quella di un padre che compiva abusi sulla figlia ma quella di un padre padrone. Tutt’altra verità rispetto alle accuse scritte nelle ventuno pagine di ordinanza del Gip, che ha portato l’uomo in cella. Ad incastrare l’uomo c’è la confessione dei due figli, che avevano dichiarato che il padre in orari notturni e addirittura nela stanzetta della figlia, con la presenza di un altro figlio di nove anni, abusava della loro sorella. La ragazza non aveva mai detto nulla alla madre, perchè il padre più volte le faceva minacce, diffidandola di non dire nulla a nessuno e in più di un caso minacciandola di morte, se avesse detto a qualcuno sui quei rapporti sessuali. Si attende ora l’udienza del riesame.

Notizie correlate