Alta Irpinia, denunce per maltrattamento animali

Alta Irpinia, denunce per maltrattamento animali
Nella prima mattinata, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Montella, nel corso di uno dei posti di controllo predisposti dal Piano Controllo Territorio del Comando provinciale di Avellino, hanno intercettato e controllato sulla SS 7 un camion che trasportava tre muli di grossa…

Alta Irpinia, denunce per maltrattamento animali

Nella prima mattinata, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Montella, nel corso di uno dei posti di controllo predisposti dal Piano Controllo Territorio del Comando provinciale di Avellino, hanno intercettato e controllato sulla SS 7 un camion che trasportava tre muli di grossa taglia, stipati all’interno dell’angusto cassone del mezzo. Le operazione di verifica dei documenti di guida permettevano di accertare nell’immediatezza che il mezzo utilizzato per il trasporto dei tre muli, era adibito al solo trasporto di cose e non allo specifico “trasporto di animali” ed era sprovvisto dunque anche della necessaria autorizzazione sanitaria relativa al veicolo. Pessime le condizioni di trasporto degli animali ed evidente la sofferenza degli stessi; i muli, infatti, venivano trasportati nel cassone posteriore stipati senza alcuna precauzione per evitare loro inutili angherie, come ad esempio paglia o altro materiale simile utile per attutire i contraccolpi e le sollecitazioni durante la guida ed evitare, dunque, lesioni a caviglie e zoccoli; non vi era, inoltre, alcuna protezione per le intemperie e non vi era alcun sistema di raccolta degli escrementi. I Carabinieri di Montella per verificare le effettive condizioni di salute degli animali, facevano intervenire sul posto un veterinario dell’ASL che, oltre a confermare le evidenti ed inopportune sofferenze a cui gli animali erano stati sottoposti, repertava anche una vistosa ferita alla zampa anteriore di uno dei muli, procurata probabilmente nel corso del lungo tragitto, visto che le tre persone fermate arrivavano dalla costa partenopea. Gli animali sono stati sottoposti a sequestro ed affidati ad un maneggio locale mentre il camion adattato a trasporto animali alzandone le sponde con tavole di legno si trova ora a disposizione dell’autorità giudiziaria, come anche gli attrezzi da boscaiolo (ascie e motoseghe), che, probabilmente, sarebbero serviti ai pregiudicati fermati per fare razzia di legname in uno dei boschi demaniali dell’Alta Irpinia. le tre persone sono state denunciate in stato di libertà per maltrattamento di animali, che si presentavano anche in pessime condizioni di salute e con ferite variamente diffuse sul corpo. Per tutte le persone fermate, tutti pregiudicati del provenienti dall’hinterland napoletano, i Carabinieri di Montella, hanno avviato immediatamente il procedimento per il rimpatrio con foglio di via obbligatorio, in maniera tale da escluderne nuove ed ulteriori trasferte in Alta Irpinia. Le attività d’indagine sono state condotte in collaborazione con i magistrati della Procura del Tribunale di Sant’Angelo dei Lombardi.

Notizie correlate