Ariano, cadavere nella cava: la Procura dispone l’autopsia

I primi a sollevare forti dubbi sulle cause reali del decesso di Raffaele Coppola, carrozziere 51enne di Ariano Irpino, sono stati i familiari. L’uomo, single, viveva con gli anziani genitori e da sabato scorso si erano perse misteriosamente le sue tracce. Descritto da amici e parenti come una persona solare e socievole, un gran lavoratore, nessuno appunto all’indomani del ritrovamento del cadavere dell’artigiano ha creduto all’ipotesi del suicidio. E così la Procura della Repubblica del Tricolle ha riaperto il caso e ha disposto l’autopsia sul corpo di Raffaele Coppola. Il corpo del 51enne è stato scoperto ieri nella tarda mattinata da due cacciatori in un laghetto di contrada Tesoro nell’estrema periferia di Ariano. L’auto del carrozziere, una Fiat Punto, era parcheggiata nei pressi dell’invaso artificiale. Le indagini sono condotte dai carabinieri della locale Compagnia.

Notizie correlate