Cadavere bruciato, ora si pensa ad un suicidio

Cadavere bruciato, ora si pensa ad un suicidio
Tramonta l’ipotesi dell’omicidio nel caso del cadavere carbonizzato ritrovato l’altra notte nei boschi di Orto dei taralli sul Terminio. E’ quanto emerge dall’autopsia condotta dal medico legale, dottoressa Semenza. La persona trovata morta e semi-carbonizzata non è risultata attinta da colpi di arm…

Cadavere bruciato, ora si pensa ad un suicidio

Tramonta l’ipotesi dell’omicidio nel caso del cadavere carbonizzato ritrovato l’altra notte nei boschi di Orto dei taralli sul Terminio. E’ quanto emerge dall’autopsia condotta dal medico legale, dottoressa Semenza. La persona trovata morta e semi-carbonizzata non è risultata attinta da colpi di arma da fuoco: le ferite e lesioni riscontrato non sembra essere state procurate da atti violenti posti in essere da qualcuno. Stando a quanto emerso, l’uomo sulla quarantina avvolta dalla fiamme avrevve battuto violentamente la testa con alcune pietre appuntite che erano sul terreno: di qui le due ferite lacero contuse riscontrate dietro la nuca e che avevano prodotto una evidente macchia di sangu. Sulle pietre sequestrate dai carabinieri sono state riscontrate tracce ematiche e ciuffi di capelli attribuibili all’uomo. Alla luce di quanto emerso in sede di autopsia prende corpo sempre di più l’ipotesi che il cadavere ritrovato possa appartenere ad una persona alle prese con problemi psichici o depressivi che abbia voluto compiere il gesto estremo del suicidio in una maniera talmente eclatante e dolorosa. Determinanti infine risulta l’esame del DNA che sarà effettuato dal RIS dei Carabinieri: a tal scopo in sede di autopsia sono stati prelevati campioni di tessuti e di sangue che a cura degli Reparti specializzati del Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino saranno al più presto trasportati al Comando del RIS di Roma come disposto dalla Procura di S. Angelo dei Lombardi coordinata dal Procuratore Capo Dott. Antonio Guerriero, per riuscire sia a dare un nome e un volto al cadavere del Terminio sia a dare una soluzione definitiva al giallo di Verteglia. I Carabinieri, intanto, stanno continuando ad effettuare un attento “screening” di tutte le denunce di scomparsa pervenute negli ultimi mesi, con particolare attenzione a quelle relative alla provincia di Avellino.

Notizie correlate