Carabinieri, controlli in Alta Irpinia

Carabinieri, controlli in Alta Irpinia
La Compagnia Carabinieri di Montella e di Sant’Angelo dei Lombardi stanno attuando un massiccio controllo del territorio sia per la prevenzione all’ordine e sicurezza pubblica, che per la prevenzione dei reati contro il patrimonio, specie nelle numerose e vaste contrade dell’Alta Irpinia a protezio…

Carabinieri, controlli in Alta Irpinia

La Compagnia Carabinieri di Montella e di Sant’Angelo dei Lombardi stanno attuando un massiccio controllo del territorio sia per la prevenzione all’ordine e sicurezza pubblica, che per la prevenzione dei reati contro il patrimonio, specie nelle numerose e vaste contrade dell’Alta Irpinia a protezione dei borghi e delle numerose masserie isolate, infatti proprio nei pressi di alcune abitazioni rurali i Carabinieri, hanno identificato due pregiudicati con a carico gravi reati contro il patrimonio (furto in appartamento, rapina, ecc…) provenienti dall’area Salernitana, che non davano giustificata motivazione della loro presenza in loco, per questa ragione sono stati proposti nei loro confronti la misura del foglio di via obbligatorio, così da escluderne nuove ed ulteriori trasferte in Alta Irpinia. Stragi del sabato sera e contrasto allo spaccio ed assunzione di sostanze stupefacenti E’ stata questa la principale attività nel corso dei servizi predisposti dai Carabinieri durante le serate è stata assicurata una specifica attività di contrasto al cosiddetto fenomeno delle “stragi del sabato sera”. I servizi sono stati attuati attraverso numerose perquisizioni alle persone, alle abitazioni ma soprattutto nelle automobili dei tanti giovani in giro nelle notti dell’alta irpinia alla ricerca di facile ma non sempre salutare divertimento. I Carabinieri hanno effettuato mirati controlli sia all’interno e soprattutto all’esterno dei numerosi locali pubblici (una ventina tra pub, disco-pub e bar che entrano nel pieno delle proprie attività durante il fine settimana), per verificare le eventuali condizioni psicofisiche alterate a causa dell’assunzione di superalcolici o, peggio, di sostanze stupefacenti da parte dei conducenti delle numerose autovetture, spesso di grossa cilindrata, che sono in movimento ogni fine settimana nella movida dell’Alta Irpinia. Diverse perquisizioni sono state inoltre eseguite in Alta Irpinia nel corso della notte, nei pressi dei locali notturni e in molti casi le perquisizioni hanno dato esito positivo. Nella rete dei controlli dei Carabinieri sono incappati alcuni giovani irpini sorpresi in possesso di quantitativi di droga tali da non poterne giustificare il consumo personale e pertanto venivano indagati in stato di libertà per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Visto che la droga era detenuta per “uso non esclusivamente personale”, gli stessi sono stati anche segnalati quali assuntori alla Prefettura di Avellino. In seguito ai numerosi incidenti anche mortali, alla ribalta della cronaca sia locale che nazionale, i Carabinieri hanno effettuato numerosi servizi di prevenzione finalizzati al contrasto della guida sotto l’effetto di droga e alcool, con posti controllo effettuati nei pressi dei locali maggiormente frequentati dai giovani in Alta Irpinia, resi ancora più affollati a causa delle basse temperature di questi giorni: le verifiche sono state rese più efficaci anche e soprattutto con etilometro. In particolare, nel corso di tali verifiche, sono stati denunciati alcuni giovani, di età compresa 20 ed i 35 anni, che sono stati sorpresi alla guida delle proprie autovetture spesso di grossa cilindrata dopo aver abusato di alcool e denunciati in stato di libertà. Allarmanti i risultati dell’accertamento effettuato, visto che la c.d. “Alcolemia”, ha permesso di riscontrare, in alcuni casi, un valore fino a cinque/sei volte superiore al massimo consentito. In tutti i casi, le autovetture ed un motoveicolo, sono stati sottoposti a sequestro preventivo e saranno sottoposti a confisca in favore dello Stato. Denunciati, inoltre, due giovani che si per raggiungere la Movida i Alta Irpinia avevano deciso di mettersi alla guida delle macchine dei genitori. Fino a qua tutto regolare. Unica nota stonata: i due giovani non erano in possesso della patente di guida. In un caso il giovane 19enne non l’aveva mai conseguita mentre nel secondo caso gli era stata revocata. Per i due giovani è scattata immediatamente la denuncia in stato di libertà per “guida senza patente”. In altri due casi, due napoletani sono stati denunciati in stato di libertà perché le loro autovetture di grossa cilindrata non erano coperte da polizza ed il tagliando assicurativo esposto era stato palesemente contraffatto. Numerose – in totale – sono state le contravvenzioni che i Carabinieri hanno elevato nei confronti degli automobilisti più indisciplinati per un importo complessivo di oltre 11.000,00 euro e con le conseguenti sanzioni accessorie previste hanno portato i Carabinieri a ritirare altre 3 patenti di guida ed 4 carte di circolazione. Ulteriori controlli sono stati effettuati nei confronti di alcuni esercenti pubblici a carico dei quali sono state elevate contravvenzioni per un importo di oltre 2000 euro (mancato rispetto dell’orario di chiusura, somministrazione bevande alcoliche oltre l’orario consentito, carenze igienico-sanitarie, per schiamazzi notturni).

Notizie correlate