Città ospedaliera, dopo blitz i primi risultati

Città ospedaliera, dopo blitz i primi risultati
Due aziende sospese, ma le irregolarità emerse sarebbe anche altre e riguardano non solo il lavoro nero, ma anche le misure di sicurezza nel cantiere. E’ quanto emerge dalle prime verifiche successive al maxi blitz di carabinieri e ispettori del lavoro alla città ospedaliera di Avellino dove sono in…

Città ospedaliera, dopo blitz i primi risultati

Due aziende sospese, ma le irregolarità emerse sarebbe anche altre e riguardano non solo il lavoro nero, ma anche le misure di sicurezza nel cantiere. E’ quanto emerge dalle prime verifiche successive al maxi blitz di carabinieri e ispettori del lavoro alla città ospedaliera di Avellino dove sono in corso i lavori per la realizzazione degli altri padiglioni del Moscati. Militari e funzionari della direzione provinciale del lavoro stanno vagliando la posizione di quasi 300 operai: tanti ne sono stati trovati al lavoro al momento dei controlli. Sono 39, invece, le ditte impegnate nel cantiere: molte di fuori provincia e che lavorano in sub appalto. A chiedere l’intervento dei miitari dell’Arma alcune segnalazioni di irregolarità giunte al 112.

Notizie correlate