Controlli territorio: 4 fogli di via e 4 denunce dei carabinieri

Continua in modo incessante l’attività di controllo del territorio ambito Compagnia di Mirabella Eclano, su disposizione del Comando Provinciale Carabinieri di Avellino. Questo è il bilancio di una vasta operazione condotta nella serata di ieri:
I Carabinieri della Stazione di Frigento hanno inoltrato la misura di prevenzione della proposta di foglio di via obbligatorio a carico di n. 2 soggetti pregiudicati aventi anni 25 e 28 di nazionalità rumena e domiciliati in san Giuseppe Vesuviano (Na) che si aggiravano nel centro abitato di quel comune presumibilmente per commettere reati contro la persona e/o contro il patrimonio;
In Sant’Angelo all’Esca i Carabinieri della locale Stazione hanno inoltrato la misura di prevenzione della proposta di foglio di via obbligatorio a carico di due cittadini rumeni di anni 29 e 20 proveniente da Napoli che si aggiravano con fare sospetto in prossimità di un complesso di abitazioni;
Inoltre, equipaggi dell’Aliquota Radiomobile del Comando Compagnia Carabinieri di Mirabella Eclano hanno denunciato all’autorità giudiziaria competente: un 35enne di Nocera Inferiore (Sa) che, da accertamento con l’uso di etilometro, veniva riscontrato avere un tasso di gran lunga superiore al limite consentito e quindi contestualmente gli veniva ritirata la patente di guida mentre il veicolo veniva sottoposto a sequestro amministrativo;
un 47enne originario della Germania che, a seguito di ispezione veicolare, veniva trovato in possesso di una balestra di tipo proibito competa di cinque dardi con punta in ferro. La balestra, considerata arma comune, veniva sottoposta a sequestro;
un 23enne di Mirabella, che veniva trovato alla guida della propria autovettura avente contrassegno assicurativo palesemente contraffatto e pertanto di procedeva ala ritiro della patente di guida e al sequestro amministrativo del veicolo;
un 41enne residente nella provincia di Benevento che, da accertamento con l’uso di etilometro, veniva riscontrato avere un tasso di gran lunga superiore al limite consentito e quindi contestualmente gli veniva ritirata la patente di guida mentre il veicolo veniva sottoposto a sequestro amministrativo.

Notizie correlate