E’ pericoloso per la comunità, va in casa lavoro

E’ pericoloso per la comunità, va in casa lavoro
I militari della Stazione dei Carabinieri di Montoro Superiore hanno dato esecuzione ad un’ordinanza che l’Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale di Avellino aveva emesso qualche giorno addietro, al termine di un procedimento penale teso a valutare la pericolosità sociale e l’abitualità a delinqu…

E’ pericoloso per la comunità, va in casa lavoro

I militari della Stazione dei Carabinieri di Montoro Superiore hanno dato esecuzione ad un’ordinanza che l’Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale di Avellino aveva emesso qualche giorno addietro, al termine di un procedimento penale teso a valutare la pericolosità sociale e l’abitualità a delinquere di un 41enne, nativo di Mercato San Severino (Sa) ma residente a Montoro Superiore. L’uomo, operaio edile, pluripregiudicato per delitti contro il patrimonio quali rapina, ricettazione e soprattutto furti in appartamenti tanto da guadagnarsi nel tempo l’alias di “TOPO”, responsabile anche di reati in materia di armi e detenzione e spaccio di stupefacenti, nonché per diverse violazioni a misure limitative della sua libertà personale a cui, nel tempo è stato sottoposto, è stato colpito da ordinanza del Tribunale di Avellino che, suffragato dalle attività informative poste in essere dai Carabinieri della Compagnia di Baiano e della Staz. CC di Montoro Superiore, ha valutato la notevole pericolosità sociale del reo, disponendone la misura di sicurezza della Casa Lavoro. In esecuzione a tale ordinanza i Carabinieri di Montoro Superiore hanno condotto l’uomo a Modena, ove insiste la casa di lavoro nella quale I.G. dovrà espiare un minimo di anni due di reclusione e contestuale lavoro, onde poi valutarne il possibile reinserimento nel tessuto sociale.

Notizie correlate