Falsi certificati per rifiuti, coinvolto anche un irpino

Falsi certificati per rifiuti, coinvolto anche un irpino

Scoperto un traffico organizzato illecito di rifiuti speciali, costituzione e gestione di discarica abusiva, falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico. Nella vicenda è rimasto coinvolto un irpino che lavora presso un’azienda di Sarno. Sono scattate perquisizioni, sequestri per milioni di euro e 20 avvisi di garanzia. Le violazioni contestate riguardano l’uso di falsi certificati di analisi redatti presso il laboratorio salernitano e attestanti una classificazione diversa dei rifiuti prodotti, con lo scopo di evitare il maggior costo connesso al conferimento presso gli impianti di compostaggio. Nella giornata di ieri, i carabinieri del Noe (Nucelo operativo ecologico) di Salerno, hanno eseguito controlli nelle province di Salerno, Napoli, Caserta e nella città di Foggia.

Notizie correlate