Gdf, sequestrate 7 slot machines illegali

Gdf, sequestrate 7 slot machines illegali
La complessa operazione, sviluppata a seguito di una attenta attività di ricerca informativa, ha portato i finanzieri della Compagnia di Avellino (agli ordini del capitano Salvatore Serra) all’individuazione di ben 7 apparecchiature da intrattenimento (per un valore di circa 15.000 euro) che, in qua…

Gdf, sequestrate 7 slot machines illegali

La complessa operazione, sviluppata a seguito di una attenta attività di ricerca informativa, ha portato i finanzieri della Compagnia di Avellino (agli ordini del capitano Salvatore Serra) all’individuazione di ben 7 apparecchiature da intrattenimento (per un valore di circa 15.000 euro) che, in quanto irregolari sono state poste sotto sequestro (con conseguente irrogazione di pesanti sanzioni amministrative per i gestori dei circoli). Nell’ambito dell’operazione sono state comminate sanzioni amministrative per un totale di 28.000 euro (oltre al sequestro di 1.000 euro quale provento dell’attività illecita.

Nella serata di venerdì 12 giugno, l’intervento consentiva di rilevare presso un circolo ricreativo di Forino (AV) come in una saletta attigua al locale principale fossero installati due videogiochi elettronici (slot machines) che, a seguito degli accertamenti immediatamente esperiti, non risultavano rispondenti alle prescrizioni previste dalla normativa vigente sia perché per essi non vi era alcuna autorizzazione di messa in esercizio sia perché, conseguentemente, non vi era il previsto collegamento alla rete telematica dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato. L’esercente del circolo, identificato per tale S.S. (di anni 25), residente in Contrada, ed il noleggiatore degli apparecchi, tale S.G. (di anni 36), residente a Salerno, sono stati segnalati agli organi competenti.

In Cervinara (AV) l’attività delle Fiamme Gialle è scattata invece nella serata di giovedì 18 giugno: in un locale adibito esclusivamente a sala giochi presso un bar del centro venivano scoperti due videogiochi elettronici (slot machines) non collegati alla rete telematica dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato. Gli apparecchi risultavano inoltre dotati di sistemi elettronici che, a seguito della pressione contemporanea di due tasti posti sulla consolle, consentivano la commutazione del gioco da lecito ad illecito. Oltre al sequestro delle apparecchiature, nei confronti dell’esercente del bar, identificato per tale L.G. (di anni 51), residente in Cervinara, ed del noleggiatore degli apparecchi, tale M.A. (di anni 46), residente anch’esso a Cervinara, scattava la segnalazione agli organi competenti

Venerdì 19 giugno, presso un circolo ricreativo di Monteforte Irpino (AV) sono stati scovati altri due videogiochi elettronici (slot machines) che non risultavano rispondenti alle prescrizioni previste dalla normativa vigente in quanto collegate alla rete telematica dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato: uno degli apparecchi era ubicato nei locali dei servizi igienici dell’esercizio commerciale ed, al momento del controllo, è stato ivi sorpreso anche un giocatore che, non essendosi avveduto dell’arrivo delle Fiamme Gialle, ha continuato ad effettuare l’ultima puntata sotto gli occhi dei militari. L’esercente del circolo ricreativo tale I.D. ( di anni 49 ) residente a Monteforte Irpino è stato segnalato agli organi competenti.

Nella medesima serata del 19 giugno, presso un circolo ricreativo di Prata di Principato Ultra (AV), è stato infine scovata una apparecchiatura da intrattenimento del tipo slot machines che, a seguito dell’inserimento di uno spillo in un invisibile forellino posto ai lati della macchinetta, consentiva di commutare il gioco da lecito ad illecito. L’esercente del circolo ricreativo tale M.A. ( di anni 49 ) residente a Prata di Principato Ultra è stato segnalato agli organi competenti.

Notizie correlate