Gioco d’azzardo: sequestrate 6 slot machines

Gioco d’azzardo: sequestrate 6 slot machines
La Guardia di Finanza di Avellino sulla base di accorate segnalazioni pervenute al 117, con tre distinte operazioni sul territorio avviato dal comandante provinciale, colonnello Mario IMPARATO, nella giornata odierna hanno effettuato un accesso quasi contestuale in Montoro Superiore (AV), Montoro In…

Gioco d’azzardo: sequestrate 6 slot machines

La Guardia di Finanza di Avellino sulla base di accorate segnalazioni pervenute al 117, con tre distinte operazioni sul territorio avviato dal comandante provinciale, colonnello Mario IMPARATO, nella giornata odierna hanno effettuato un accesso quasi contestuale in Montoro Superiore (AV), Montoro Inferiore (AV) ed in Caposele (AV). Nel montorese la Brigata della Guardia di Finanza di Solofra (agli ordini del Maresciallo Aiutante Giovanni CARUSO) è intervenuta presso un bar di Montoro Superiore (AV) e presso un Circolo Ricreativo di Montoro Inferiore (AV). In ciascuno dei due esercizi commerciali, in una saletta attigua al locale principale, erano installati 2 videogiochi elettronici (slot machines): a seguito degli accertamenti tecnici immediatamente esperiti, veniva rilevato come tutte le quattro suddette apparecchiature non risultassero rispondenti alle prescrizioni previste dalla normativa vigente in quanto consentivano, con la pressione simultanea di due tasti, di passare da un gioco “lecito” (e quindi con garanzia per l’utente), ad un gioco completamente svincolato dai rigidi controlli cui per legge sono sottoposte queste apparecchiature. Per le slot machines, peraltro, non risultava alcuna autorizzazione di messa in esercizio e le stesse, conseguentemente, non erano collegate alla rete telematica dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato. I responsabili dei 2 esercizi commerciali oggetto del controllo delle Fiamme Gialle, tale N.V. (di anni 39), nato a Mercato San Severino (SA) ma residente in Montoro Superiore, e tale B.V. (di anni 39), nato e residente a Montoro Inferiore, sono stati segnalati all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato per violazione all’articolo 110 (comma 9 – lettere “c.” e “d.”) del Testo Unico sulle Leggi di Pubblica Sicurezza. Analoga segnalazione era altresì inoltrata, per l’adozione dei provvedimenti di competenza, ai Sindaci del Comune di Montoro Superiore (AV) e di Montoro Inferiore (AV), alla Questura ed alla Prefettura di Avellino. Quasi contestualmente i militari della Tenenza di Sant’Angelo dei Lombardi (agli ordini del tenente Massimo DEVITO) si prodigavano in un altro intervento della specie presso una bar-gelateria di Caposele (AV): anche in questo caso venivano rinvenute due apparecchiature da intrattenimento del tipo slot machines che erano ivi installate senza che per le stesse risultasse la prescritta autorizzazione ed il conseguente collegamento alla rete telematica dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, unica garanzia di regolarità per le slot machines. Il responsabile dell’illecito, identificato per tale L.F. (di anni 43), nato a Carbone (PZ) e residente in Montecorvino Pugliano (SA), veniva segnalato all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato per violazione all’articolo 110 (comma 9 – lettere “c.” e “d.”) del Testo Unico sulle Leggi di Pubblica Sicurezza, con analoga segnalazione inoltrata al Sindaco di Caposele (AV), alla Questura ed alla Prefettura di Avellino.

Notizie correlate