Giro di vite in Alta Irpinia, carabinieri denunciano dieci persone

Resta alta l’attenzione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino e, nel territorio della Compagnia di Montella, sono stati intensificati i servizi di controllo del territorio, in special modo sulle principali arterie, sia per prevenire i reati predatori che per intervenire, con tempestività ed efficacia, quando necessario. Questo è il bilancio di una vasta operazione condotta nella week end che ha visto l’impiego di numerosi servizi esterni impegnati in un articolato dispositivo. Numerose le perquisizioni ed i controlli effettuati che hanno permesso di denunciare ben 10 persone in stato di libertà.
In particolare, nel corso di mirati controlli finalizzati controllo delle armi legalmente detenute, sono state denunciate due persone: nel corso di un controllo i Carabinieri di Torella dè Lombardi, hanno denunciato una persona per aver omesso di custodire la propria arma regolarmente detenuta, lasciandola alla portata anche di persone non idonee al maneggio di armi; nel corso di una perquisizione a Lapio, invece, un giovane del posto è stato denunciato perché deteneva illegalmente una Carabina.
Sempre i Carabinieri di Chiusano San Domenico, nel controllare i cacciatori che sistematicamente giungono in Alta Irpina, hanno sorpreso due di essi che utilizzavano richiami elettroacustici vietati, denunciandoli.
A Paternopoli, invece, i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato in stato di libertà, un pregiudicato sorpreso alla guida della propria autovettura sottoposta a sequestro ed affidata in custodia allo stesso.
Dopo una laboriosa attività di indagine, inoltre, i Carabinieri di Bagnoli Irpino, hanno individuato e generalizzato tre giovani teppisti che si erano resi responsabili di atti vandalici in un ristorante.
Analoga attività di indagine è stata svolta dai Carabinieri di Volturara Irpina, che hanno denunciato per danneggiamento un giovane del posto che aveva rovinato con un coltello la tendostruttura.
A Montella, invece, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile hanno effettuato numeri controlli finalizzati alla verifica delle prescrizioni imposte a persone sottoposte a misure di prevenzione o alternative alla detenzione ed hanno denunciato un pregiudicato sottoposto alla sorveglianza speciale, per aver violato gli obblighi.
Le attività sono state eseguite in stretta collaborazione con le tre Procure della Repubblica competenti per Territorio di Avellino, Ariano Irpino e Sant’Angelo dei Lombardi.

Notizie correlate