Irregolarità lavoro edilizia, Cisl: Osservatorio sarà determinante

“Non poteva che essere allarmante il report sull’attività annuale del Nucleo Operativo dell’Ispettorato del Lavoro. Perché le percentuali di irregolarità (contributiva, contrattuale e di sicurezza nei cantieri per il settore delle Costruzioni) è puntualmente sempre superiore al 60%”. E’ quanto afferma il Segretario Generale FILCA CISL Avellino, Mennato Magnolia.
“Il plauso all’attività di contrasto della Filca Cisl – continua Magnolia – poiché la certezza della repressione dei reati è il primo elemento da cui partire per una più vasta battaglia culturale per la legalità e per un lavoro sicuro. La nuova stagione dei lavori con l’impiego dei fondi Fas e delle opere pubbliche inserite nei preventivi di spesa delle Amministrazioni Pubbliche (Comuni e Provincia) dovrà seguire un criterio di contrasto e prevenzione per la legalità e la crescita occupazionale del settore, con l’applicazione del protocollo per la sicurezza siglato nel 2011 tra Parti Sociali, Amministrazioni e Centri di Spesa Pubblici, Associazioni datoriali. L’Osservatorio in Prefettura di Avellino sui Lavori Pubblici dovrà affiancare il lavoro del Cles ma soprattutto porsi da strumento preventivo sull’assicurazione della legalità in tutta la filiera di produzione di un’opera pubblica, partendo dalle modalità di appalto, alla scelta del contraente fino alla posa dell’ultima pietra.
Con forza la Filca Cisl chiede al Prefetto di Avellino l’insediamento del Tavolo dell’Osservatorio (peraltro annunciato per la metà di Gennaio 2012) per poter modificare in maniera tangibile una realtà che nelle Costruzioni è spesso riportata nelle tinte scure della crescita del lavoro nero e irregolare. Si dovrà con i prossimi cantieri invertire un trend ponendo nuovamente il settore delle Costruzioni quale volano principale di crescita economica”.

Notizie correlate