La “Pasqua Sicura” dei Carabinieri: servizi a largo raggio e controlli a tappeto in tutta la provincia

Servizi a largo raggio finalizzati a prevenire reati predatori e altre attività illecite sono stati predisposti dai Carabinieri in tutta l’Irpinia: è scattato il dispositivo “Pasqua Sicura” messo in atto dal Comando Provinciale di Avellino.

Anche quest’anno è stato organizzato uno specifico piano di sicurezza per cittadini e turisti, con l’impiego di tutto il personale disponibile delle 68 Stazioni disseminate su tutta la provincia, dei Nuclei Radiomobili e del Nucleo Investigativo, oltre a quello del Gruppo Carabinieri Forestali di Avellino ed unità del Nucleo Carabinieri Cinofili di Sarno: una serie di servizi straordinari con controlli a tappeto finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità che continueranno senza tregua fino alla notte del lunedì di “Pasquetta”.

Centinaia di militari, con decine di Gazzelle e moto, impiegati, soprattutto nelle aree a maggiore criticità della provincia irpina, oltre alla prevenzione dei reati, anche alla sicurezza stradale sia sulle principali arterie che nei centri abitati, ancora troppo spesso teatri di gravi incidenti le cui conseguenze sono rese maggiormente tristi dal fatto che il più delle volte risultano corollario del mancato rispetto alle norme del Codice della Strada.

Itinerari turistici, strade principali e secondarie saranno dunque presidiati in modo intensivo da Carabinieri in uniforme ed in abiti civili senza, peraltro, che questo impiego pregiudichi le altre ordinarie attività investigative e preventive.

Una vera e propria task force messa in atto dall’Arma irpina: oltre che alla velocità, saranno effettuati controlli per la verifica del tasso alcolemico degli automobilisti e dei centauri con l’ausilio di precursori ed etilometri, così da prevenire sinistri stradali.

Maggiori controlli e serrati monitoraggi saranno disposti verso le mete di maggiore attrazione.

Sotto la lente di ingrandimento dei Carabinieri ci saranno anche condomini ed abitazioni rimaste incustodite per gite fuori porta o vacanze fuori provincia.

Al riguardo, si sensibilizzano i cittadini a segnalare tempestivamente al “112”, Numero Unico Europeo per le Emergenze, situazioni inconsuete che provengano da appartamenti vicini al proprio, soprattutto quando si è a conoscenza che gli occupanti si trovano in vacanza.