Monteforte, colpo Banco Napoli: preso rapinatore

Monteforte, colpo Banco Napoli: preso rapinatore
Identificato l’autore del colpo alla filiale di Monteforte Irpino del Banco di Napoli. La rapina avvenne il 27 agosto dell’anno scorso. Si tratta di Armando Tesone, 19enne di Giugliano, in provincia di Napoli. Ad ammanettarlo sono statii carabinieri della Compagnia di Baiano che hanno dato esecuzion…

Monteforte, colpo Banco Napoli: preso rapinatore

Identificato l’autore del colpo alla filiale di Monteforte Irpino del Banco di Napoli. La rapina avvenne il 27 agosto dell’anno scorso. Si tratta di Armando Tesone, 19enne di Giugliano, in provincia di Napoli. Ad ammanettarlo sono statii carabinieri della Compagnia di Baiano che hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip della Procura della Repubblica di Avellino, Natalia Ceccarelli. Il giovane è già recluso per altri reati presso il carcere di Sollicciano a Firenze. Il provvedimento trae origine dalle indagini condotte dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Baiano, dirette dal sostituto procuratore Antonella Salvatore e coordinate dal Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Avellino Mario Aristide Romano. L’anno scorso due malviventi, a volto travisato ed armati di taglierino, dopo aver fatto irruzione nell’istituto di credito e minacciato i dipendenti, si fecero consegnare il denaro in cassa. I rapinatori fuggirono a bordo di una moto di grossa cilindrata. Un dipendente della banca accusò un malore e fu immediatamente soccorso dai sanitari del 118. La moto fu intercettata ed inseguita fino in austostrada da una pattuglia dei carabinieri di Avellino ed i militari furono costretti ad esplodere alcuni colpi di pistola in aria. I banditi, che poco dopo abbandonarono il mezzo e parte del bottino, fuggirono a piedi nelle campagne circostanti. Grazie agli elementi raccolti nel corso dell’attività investigativa, è stato possibile sia dimostrare anche le responsabilità del basista, Antimo Cammisa, 38enne pregiudicato di Mugnano di Napoli, già tratto in arresto lo scorso 21 febbraio, che quelle del giovane complice, il quale ha, invece, materialmente perpetrato la rapina.

Notizie correlate