Morì per un’overdose: ad Ariano due arresti per spaccio di droga

CRONACA ARIANO IRPINO – Giuseppe Tulipano, 26 anni, e Giuseppe Pierro, 28 anni, entrambi di Ariano Irpino sono stati arrestati dagli agenti del Commissariato del Tricolle, guidato dal dottore Vito Cuccovillo, al culmine di una complessa attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica arianese, diretta dal dottore Luciano D’Emmanuele, con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. Nei confronti di uno di loro è scattata anche l’accusa di morte conseguente ad altro delitto, art.586 cp.
I dettagli dell’operazione sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta negli uffici della Procura di Ariano alle ore 11.00 di stamane. I due giovani si trovano agli arresti domiciliari. Secondo gli inquirenti, è stato Giuseppe Tulipano a consegnare la dose letale di droga a Belluocci. In seguito alla morte del ragazzo avvenuta nel luglio lo scorso anno, sono scattate le indagini serrate da parte degli uomini del locale Commissariato di Polizia e degli inquirenti della Procura arianese per risalire ai fornitori della dose killer. Giuseppe Pierro, invece, è accusato solo di aver ceduto in tempi diversi ad alcuni giovani di Ariano Irpino sostanza stupefacente del tipo eroina. I due pusher erano soliti recarsi, quasi quotidianamente a Scampia e nei paesi del napoletano, per acquistare droga per poi rivenderla ai giovani dell’arianese anche attraverso social network ed adottando un linguaggio codificato. Il capo dei magistrati, Luciano D’Emmanuele, ha elogiato l’operato investigativo degli agenti del Commissariato, diretti dal dottore Cuccovillo, e ha ancora una volta ricordato l’importanza della presenza del Tribunale come baluardo di giustizia e legalità in quel comprensorio.

Notizie correlate