Mugnano,aveva rubato quadri e oggetti di valore:nei guai 45enne

Mugnano,aveva rubato quadri e oggetti di valore:nei guai 45enne

I Carabinieri della Compagnia di Baiano hanno tratto in arresto per furto in abitazione e ricettazione un 45enne di Sirignano. Nel tardo pomeriggio di ieri, una 40enne residente a Napoli denunciava che nella mattinata ignoti si erano introdotti, dopo aver scardinato la porta d’ingresso, all’interno di una sua abitazione sita in Mugnano del Cardinale, lasciata momentaneamente incustodita, e si erano impossessati di numerose opere d’arte, costituite da quadri di ingente valore, argenteria, suppellettili antiche e oggetti in oro. I militari del Nucleo Radiomobile della citata Compagnia ricevuta la segnalazione effettuavano un minuzioso sopralluogo, al termine del quale riuscivano ad acquisire preziosi elementi per risalire agli autori del furto. Grazie ad una costante e intensa attività di monitoraggio del territorio indirizzavano le indagini sul conto di 45enne di Sirignano, già da tempo attenzionato dai militari operanti. A seguito di ciò, decidevano di effettuare una perquisizione nell’abitazione del sospettato per trovare riscontri alle ipotesi investigative. L’operazione dava esito positivo, infatti, venivano rinvenuti i quadri e gli altri oggetti di valore asportati nella mattinata dall’abitazione della 40enne di Mugnano del Cardinale. Accanto a tale refurtiva venivano rinvenuti anche degli oggetti asportati dalle abitazioni e da un locale pubblico in occasione di precedenti furti. Veniva rinvenuto anche un televisore a schermo piatto, rubato da un ristorante di Sperone nel mese di novembre 2006 ed altri oggetti trafugati da alcune abitazioni di Sirignano nel mese di maggio 2010. Per tale motivo il 45enne veniva tratto in arresto sia per il furto perpetrato nella mattinata che per la ricettazione della suddetta refurtiva. L’intero bottino, del valore di diverse migliaia di euro, quasi interamente recuperato, al termine degli accertamenti, sarà restituito agli aventi diritto, i quali hanno voluto ringraziare i Carabinieri per l’attività svolta che gli ha consentito di rientrare in possesso di oggetti che, oltre ad avere un grande valore economico, avevano anche un valore affettivo. L’arrestato, dopo i rilievi foto – segnaletici, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Avellino. Gli accertamenti continuano per individuare eventuali complici dell’arrestato e per stabilire di quanti altri furti si sono resi responsabili. Gli atti sono stati inviato alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Dott. Mario Aristide Romano, che coordina le indagini.

Notizie correlate