Non ha la patente ed esibisce quella della gemella: denunciata

Fermata alla guida senza patente, le chiedono di portarla in caserma, il giorno dopo però presenta quella della gemella. E’ accaduto a Salza Irpina nel corso dei controlli dei carabinieri effettuati nel corso di quest’ultimo fine settimana.
La donna era stata dapprima fermata dai carabinieri e sorpresa a guidare un’autovettura senza essere in possesso della patente di guida. Là, come previsto dalla legge, oltre alla banale contravvenzione, è stato intimato alla donna di portare la patente di guida in visione in caserma nel più breve tempo possibile. Ecco allora che la donna, recatasi in una caserma diversa da quella di Salza Irpina, ha sì portato in visione la patente di guida, ma non la propria. Infatti, la donna aveva portato in caserma la patente della sorella gemella, della quale aveva peraltro fornito le generalità in sede di controllo, per il semplice motivo che lei non aveva mai conseguito alcuna patente di guida. L’ingegnoso stratagemma non è però sfuggito ai carabinieri di Salza Irpina, che hanno deferito la donna per i reati di guida senza patente e falsa attestazione a pubblico ufficiale sull’identità personale, rimettendo alla magistratura l’eventuale iscrizione della donna anche per il reato di truffa ai danni dello Stato.
Nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino i miltari hanno vigilato con pattuglie in divisa e in borghese, effettuando posti di controllo lungo le principali arterie stradali e controlli dinanzi ai più frequentati esercizi commerciali di Avellino.
Alla fine del servizio, il bilancio è stato di 5 persone denunciate in stato di libertà all’autorità giudiziaria del Tribunale di Avellino e di 2 giovani avellinesi segnalati amministrativamente quali assuntori di sostanze stupefacenti. Ad Avellino, i carabinieri dell’aliquota Radiomobile hanno deferito in stato di libertà un 45enne di Montemarano, ritenuto responsabile del reato di porto abusivo di armi, essendo stato controllato a bordo della propria autovettura e trovato in possesso, occultato all’interno del cassettino portaoggetti del veicolo, di un coltellino a serramanico del tipo proibito dalla legge, della lunghezza complessiva di circa 21 cm e con una lama di 10.
A Solofra, i carabinieri della locale Stazione hanno invece denunciato a piede libero un 40enne del posto, ritenuto responsabile dei reati di falsità in scrittura privata, uso di atto falso e ricettazione, essendo stato controllato a bordo della propria autovettura e sorpreso in possesso di polizza e contrassegno assicurativi contraffatti, nel senso che non erano mai stati stipulati con alcuna compagnia assicurativa ed erano, quindi, dei meri pezzi di carta stampati con una normale stampate per computer. Oltre al sequestro degli atti assicurativi falsi e alla denuncia penale, a carico dell’uomo sono scattati pure il sequestro amministrativo dell’autovettura e il ritiro della patente di guida.
A Serino, i carabinieri del locale Comando Stazione hanno invece deferito a piede libero un 35enne del posto, ritenuto responsabile del reato di detenzione di sostanza stupefacente, essendo stato sorpreso in possesso di ben 305 semi di canapa indiana, per un peso complessivo di 4,10 grammi, tutti detenuti all’interno di una pertinenza condominiale della propria abitazione. Parallelamente, i carabinieri della Stazione di San Martino Valle Caudina hanno denunciato per il medesimo reato di detenzione di sostanza stupefacente un uomo del Beneventano, sorpreso nei pressi di un famoso disco-pub di Rotondi in possesso di 4 grammi di eroina e di 1 grammo di crack.
Sempre nell’alveo dell’attività antidroga, i militari della Stazione Carabinieri di Avellino hanno segnalato amministrativamente al Prefetto di Avellino quali assuntori di sostanze stupefacenti ulteriori 2 giovani, poco più che ventenni e rispettivamente residenti a Solofra e Avellino, complessivamente sorpresi nel materiale possesso di 5 grammi di hashish.

Notizie correlate